Il crowdfunding spopola tra i progetti e le startup, ma ora arriva anche quello per sostenere le azioni legali delle imprese.

Prospettive economiche incerte, aumento degli insoluti relativi a vendite a credito, tutela del marchio o concorrenza sleale: queste sono solo alcune delle situazioni che possono presentarsi durante la vita imprenditoriale.

Piattaforma Crowdlegal

In questo contesto di incertezza, si inserisce  Crowdlegal, un portale di Legal Action Crowdfunding.

L’obiettivo di Crowdlegal è quello di raccogliere finanziamenti per sostenere le azioni legali, il tutto attraverso il lending crowdfunding o l’equity.

La piattaforma permette a chi non ha disponibilità economiche per farlo,  di promuovere un’azione legale per finanziarne tutti i costi.  Rispetto agli istituti di credito, l’utilizzo del Crowdlegal permette il vantaggio della maggiore velocità di reperimento dei capitali necessari.

Crowdlegal, come funziona

Ogni azione legale, proposta tramite il portale, viene sottoposta ad un’approfondita analisi, in modo da verificarne il rispetto dei requisiti di redditività e di finanziabilità, oltre che la probabilità di successo in tribunale.

Nel caso in cui, l’analisi dia esito positivo, si procederà quindi a pubblicare l’offerta di investimento sul sito, così da raccogliere i capitali utili a finanziare la causa.

Infine, i capitali raccolti saranno erogati alla società promotrice dell’azione legale, così da coprire le spese per la causa.

I vantaggi per i finanziatori

In caso di buon esito, ovvero a seguito di una sentenza favorevole o di un accordo, i finanziatori riceveranno una parte delle somme riconosciute alla società finanziata.

Profit farm

Esiste poi Profit Farm, un’altra piattaforma di lending crowdfunding  dedicata principalmente ai crediti esigibili e non ancora riscossi. In particolare, tratta esclusivamente di crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione.

Questa piattaforma è nata con l’obiettivo di offrire rendimenti fino all’8% l’anno, rendendo accessibile anche ai privati il mercato dei crediti non riscossi, tendenzialmente riservato agli istituti privati.

Questo, significa che anche un semplice risparmiatore privato può investire in questa piattaforma, partendo da un mino di 500 euro.

Profit farm come funziona

Nel dettaglio, Profit Farm offre a risparmiatori la possibilità di prestare capitale destinato all’acquisto di crediti esigibili vantati da società ed enti nei confronti della Pubblica Amministrazione, centrale o locale.

In generale, l’impiego del capitale per queste operazioni, ha un profilo di rischio bassissimo a fronte di una buona rendita. Infatti, le posizioni di credito vengono selezionate direttamente da Profit Farm a seguito di un approfondito esame.

I vantaggi per il finanziatore

Un iter, che punta a versare al creditore non solo il capitale inizialmente versato, ma anche l’interesse moratorio legale dell’8% annuo. Per ciascuna proposta di finanziamento vengono evidenziati il presumibile tempo di incasso, il periodo di sottoscrizione ed il tasso di rendimento riconosciuto

Pubblicità

Pubblicità