I nuovi standard europei insieme alle recenti normative italiane incentivano la transizione energetica, favorendo sempre di più le case a zero emissioni o le cosiddette case “no gas”.

Il futuro energetico è in continuo cambiamento e soprattutto in questo contesto investire sul proprio immobile attraverso una riqualificazione può rivelarsi davvero un grande affare. Infatti, l’aumento del valore immobiliare, è dettato principalmente dalla messa in sicurezza sismica e dalla riqualificazione energetica dell’immobile stesso.

Dal momento in cui tutti gli tutti gli interventi di ristrutturazione edilizia, riqualificazione energetica sulle tecnologie e rifacimento degli impianti, sono appoggiati economicamente sia a livello nazionale che internazionale, stanno diventando il modo migliore e più efficacie sia per valorizzare un investimento immobiliare, che per aumentarne il suo valore in modo da rendere un ottimo profitto in caso di vendita.

Nonostante una riqualificazione energetica aumenti la “ricchezza immobiliare”, risulta fondamentale avere la consapevolezza di come e quanto un certo investimento possa determinare l’incremento del valore dell’immobile.

Dalla scelta dei migliori infissi, alla realizzazione di soluzioni isolanti fino all’installazione di un impianto fotovoltaico, considerato sicuramente una delle soluzioni più efficaci per ottenere un duplice effetto positivo. Infatti, grazie a questa operazione si guadagna un notevole risparmio in bolletta, ma riesce ad aumentare anche l’intero valore commerciale dell’immobile, perché passando ad una classe energetica superiore porta automaticamente ad una rivalutazione economica dell’immobile.

L’aumento delle prestazioni energetiche dell’abitazione

Una sfida che va quindi affrontata con l’obbiettivo di ottenere la migliore prestazione energetica, preservando le caratteristiche architettoniche dell’edificio e soprattutto la sua identità storica.
Da sapere che l’Italia, possiede l’incentivo più elevato d’Europa, in senso assoluto per l’installazione del fotovoltaico, questo porta ad incoraggiare l’investimento e di conseguenza anche la crescita economica dell’intero Paese.

Focalizzando l’attenzione tra classe energetica e mercato immobiliare o mercato edilizio è chiaro come una riqualificazione debba ormai rappresentare una priorità.

Gli edifici che sono già stati oggetto di interventi mirati e ora possiedono una classe energetica più alta cominciano ad acquisire una certa consistenza. Questo, perché la scelta di una riqualificazione è valida sia per il presente, in termini di comfort e di consumi ma possiede maggiore appetibilità commerciale per un’eventuale futura vendita. Infatti dal punto di vista economico, un’immobile riqualificato può incidere positivamente sul prezzo finale fino al 20% in più.

A sostegno di questo tema si è esposto anche il settore bancario e finanziario, fondamentale nell’ambito delle politiche economiche, favorendo e sostenendo il processo di efficientamento energetico e promuovere quindi gli investimenti nella ristrutturazione degli immobili anche con la sostenibilità del credito in banca.