Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità.

Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo equo, mantenendo il valore delle risorse e dei materiali è necessario pensare ad un futuro che passi verso nuovi modelli di sviluppo e rigenerazione.

Gli obiettivi del Pnrr

Proprio dal Pnrr, è previsto un programma per un’Europa più digitale, sana e verde, attraverso cui puntare per diventare un continente ad impatto climatico zero.

L’idea sarà quindi, quella di finanziare tecnologie rispettoso dell’ambiente, spazi pubblici energeticamente più efficienti, ma anche veicoli e trasporti pubblici più ecologici.

Un terzo dei 1800 miliardi di investimento del Pnrr, sarà destinato a finanziare un’Europa più verde e pulita.

Attività fiscale come arma per dissuadere i comportamenti scorretti

La necessità di questa transizione rappresenta un’opportunità straordinaria per il nostro Paese che dovrà impegnarsi ad evolvere la propria economia.

In particolare, per la promozione della sostenibilità lo strumento fiscale sarà fondamentale per la transizione delle attività pubbliche e private.

Questo contribuirà a creare un intervento sul sistema fiscale in materia ambientale. Infatti, negli ultimi anni è stata fortemente incoraggiata l’attenzione su una possibile green tax, come punto cardine di nuove proposte normative per dissuadere il comportamento collettivo.

La tassazione sarà orientata verso un doppio ruolo, da una parte le agevolazioni fiscali introdotte per sostenere attività sostenibili, dall’altra parte un’arma per impedire attività che danneggiano gli interessi pubblici.

Quindi, la giusta promozione di una sostenibilità ambientale dovrà anche poggiarsi su riforme e politiche mirate verso il nuovo futuro.

Verso un’economia circolare più sviluppata

Sicuramente sarà poi necessario aggiungere un modello di economia circolare che spinga i consumatori ad acquistare prodotti riciclabili o fatti con materiali riciclati, minimizzato i rifiuti generati al termine del loro ciclo di vita.

Le aziende di conseguenza, dovranno orientarsi verso modelli di business che riducano l’utilizzo di materie prime, con un’attenzione particolare al recupero di prodotti o alla trasformazione di prodotti già utilizzati.

Aziende e consumatori sono legati inevitabilmente da una missione comune, proprio perchè l’economia circolare frutto sinergie comportamentali, sarà fondamentale per una crescita sostenibile.