Si avvicina la scadenza per presentare la domanda del bonus trasporti che permette uno sconto massimo di 60 euro.

Il bonus trasporti che permette di ottenere un contributo massimo di 60 euro utilizzabile per abbonamenti, mensili o annuali dei servizi di trasporto pubblico si sta avvicinando alla scadenza definitiva.

Inizialmente il bonus era stato introdotto con il primo decreto aiuti solo per il 2022, ma al momento non è prevista nessuna proroga per il prossimo 20223. Quindi, la scadenza per presentare la domanda è il 31 dicembre 2022.

Bonus trasporti verso la scadenza, ecco chi può ancora richiederlo

Il bonus trasporti è destinato esclusivamente alle persone fisiche che nel 2021 hanno conseguito un reddito complessivo non superiore a 35mila euro. 

Per tutti coloro ancora interessati e in possesso del recquisto reddituale è possibile effettuare una richiesta di un contributo al mese fino a fine dicembre per sé stessi o per un minorenne a carico.

Sarà quindi possibile presentare domanda entro il 31 dicembre 2022, ottenendo così il contributo che copre fino ad un massimo di 60 euro il costo da sostenere per l’acquisto degli abbonamenti ai mezzi pubblici.

Si ricorda inoltre, che il bonus deve essere utilizzato per acquistare l’abbonamento entro un mese solare di emissione. L’abbonamento però, può iniziare la sua validità anche in un periodo successivo.

Questo significa che chi ha richiesto da inizio dicembre l’emissione di un voucher ha tempo fino a fine anno per utilizzarlo. Per questo motivo , l’abbonamento può riguardare anche un periodo successivo come ad esempio, gennaio 2023.

Bonus trasporti per i figli

L’accesso alla piattaforma permette di richiedere un solo buono, ovvero per sé stesso o per un figlio minorenne fiscalmente a carico.

Per questo motivo, i figli maggiorenni, anche se fiscalmente a carico, dovranno provvedere autonomamente alla richiesta del buono.

Bonus trasporti, come chiedere il contributo

La domanda va presentata attraverso la piattaforma web del Ministero del Lavoro all’indirizzo bonustrasporti.lavoro.gov.it. L’accesso all’area riservata avviene esclusivamente attraverso l’identità digitale.

In sede di compilazione viene richiesta l’autocertificazione  e i vari documenti,  ma non è necessario presentare l’ISEE

Al fine della procedura di richiesta del Bonus, viene emesso un codice e/o un QR code da presentare in biglietteria al momento dell’acquisto.  Di seguito  la lista degli operatori di trasporto pubblico locale attivi per il bonus trasporti.

Pubblicità

Pubblicità