La crisi provocata dal Covid -19 si ripercuote sui conti di molte famiglie, affondando i risparmi ed il reddito disponibile. In questo quadro di incertezza, una boccata di ossigeno arriva dalla possibilità di congelare la rata del prestito finanziario o del mutuo.
La misura già decisa nell’aprile del 2020, è stata prorogata di un anno grazie al Decreto Ristori, ovvero fino a dicembre 2021.
Allo stesso tempo la nuova legge prolunga fino al 9 aprile 2021 la moratoria anche ai finanziamenti.
La misura, prevede in particolare la sospensione dei mutui per i soggetti che vivono in una situazione di temporanea difficoltà, chiedendo in forma scritta direttamente la sospensione alla banca o all’istituto di credito che ha erogato l’importo.
Da quel momento, il blocco dei versamenti partirà automaticamente dalla prima rata successivamente alla domanda presentata.
La sospensione può essere richiesta per un massimo di due volte lungo la durata del mutuo e per non più di 18 mesi complessivi.
La richiesta di sospensione risponde a dei requisiti precisi e può essere fatta solo da chi si sia trovato in una condizione lavorativa critica che costituisca un impedimento a disporre delle risorse necessarie per far fronte all’impegno finanziario.
In particolare, è possibile richiedere il congelamento della rata a causa della perdita di lavoro a tempo determinato, indeterminato o subordinato; riduzione dell’orario di lavoro di almeno 30 giorni oppure subentro al titolare del mutuo per morte, invalidità civile non inferiore all’80% o grave handicap.
Nella misura, oltre a non essere inseriti i finanziamenti superiori a 250 mila euro, il limite massimo ISEE per accedere alla domanda è di 30.000 euro certificati dalla dichiarazione. Esistono poi, dei casi particolari per cui la sospensione della rata non è del tutto concessa.
In particolare, la legge non ammette il rilascio della moratoria nel caso in cui ci sia un ritardo dei pagamenti superiore a 90 giorni consecutivi, nel caso si sia stipulata un’assicurazione che consente la sospensione a copertura del rischio del verificarsi di eventi e quando si ha accesso ad altre agevolazioni pubbliche.

Pubblicità

Pubblicità