Collaborare con le istituzioni nazionali e internazionali, gestire l’Albo dei fondi pensione, monitorare e sanzionare le condotte illecite, sono queste le principali mansioni della Covip.

Conosciuta anche come Covip, la Commissione di Vigilanza sui fondi pensione è stata istituita nel 1993, come autorità preposta al controllo e alla vigilanza delle forme pensionistiche complementari.

Covip, di cosa si tratta

La Covip vigila sul corretto sviluppo del sistema delle forme pensionistiche complementari con ampi poteri e doveri di vigilanzaispettivisanzionatori e di regolamentazione.

Questo significa che la Commissione non si limita a controllare, può infatti sanzionare quegli enti su cui vigila che ad esempio, abbiano volontariamente omesso dei dati rilevanti, rendendole poi pubbliche.

Di fatto, l’Autorità gestisce l’Albo dei fondi pensione a cui tutte le forme pensionistiche complementari devono essere iscritte per esercitare legalmente l’attività.

Non solo, ma deve esercitare una funzione di controllo sulla gestione finanziaria di questi enti e sulla composizione dei loro patrimoni, attraverso l’ispezione di documenti.

L’autorità che lavora insieme ai Ministeri di competenza, ovvero quello del lavoro e delle politiche sociali, quello dell’economia e delle finanze, viene interrogata sugli esiti dei controlli.

Oltre ad un ruolo di controllo, la Commissione ha anche un compito di tipo informativo. Ovvero quello di diffondere informazioni utili alla conoscenza dei temi previdenziali. Questa attività viene svolta principalmente tramite il sito web della Commissione, nel quale sono pubblicate guide, schede di approfondimento tematiche e le relazioni annuali.

Covip, Le collaborazioni nazionali e internazionali

In Italia, la Covip collabora anche con l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass), con la Banca d’Italia e la Commissione nazionale per la società e la borsa (Consob), soprattutto attraverso lo scambio di informazioni, per agevolare le rispettive funzioni di vigilanza.

A livello internazionale, la Covip collabora con tutte le istituzioni e Autorità attive sui temi della previdenza complementare, ad esempio, mediante lo scambio di informazioni, per adempiere alle rispettive funzioni di vigilanza.

Infine, collabora anche ai lavori del Consiglio dell’Unione europea per la valutazione delle proposte di direttive e regolamenti in materia previdenza complementare. La Commissione interagisce anche con Eurostat e la Banca Centrale Europea per la raccolta di informazioni e dati statistici.

Pubblicità

Pubblicità