Il Ministro dello Sviluppo economico, Giorgetti ha attivato un fondo pari a 140 milioni di euro a sostegno delle attività rimaste chiuse in conseguenza delle misure restrittive anti-Covid.

In dettaglio

Il fondo avvivato dal Ministero permette di erogare contributi a fondo perduto fino a 25 mila euro destinati a sale da ballo e discoteche, mentre per palestre, parchi tematici, impianti sportivi e attività legate ad eventi, il contributo sarà pari a 12 mila euro.

Calcolo del contributo

Il contributo varia in base a compensi e ricavi certificati nell’anno di imposta 2019. Il calcolo sarà di conseguenza dettato da aliquote differenti in base alle diverse fasce di ricavi e compensi, ma sarà erogato in funzione delle risorse disponibili e delle richieste ammissibili.

L’accredito dell’agevolazione avverrà in modo diretto , come le precedenti agevolazioni attraverso conto corrente postale o bancario, Il contributo sarà quindi suddiviso in scaglioni, e sicuramente non scenderà sotto i 3 mila euro:

  • Per i soggetti con ricavi o compensi fino a 400 mila ero il contributo sarà pari a 3 mila euro;
  • Le aziende con ricavi o compensi tra 400 mila e 1 milione di euro, il contributo sale a 7500 euro;
  • Invece, se i ricavi o i compensi superano il milione di euro il contributo massimo previsto sarà di 12 mila euro;
  • Infine, per chi non aveva redditi nel 2019 spetterà un contributo minimo di 3 mila euro.

Requisiti e presentazione della domanda

Per beneficiare degli aiuti alla data di presentazione dell’istanza, i potenziali beneficiari devono essere residenti o stabiliti in Italia, essere titolari di partita Iva e non risultare in difficoltà al 31 dicembre 2019.

Per la domanda, si dovrà presentare la richiesta in via telematica, con un’autocertificazione dei requisiti quali, periodo di chiusura, attività e ricavi. Per il successivo inoltro della domanda e la relativa scadenza saranno fornite presto dall’Agenzia delle Entrate.