In arrivo il bonus agricoltura 2022 a favore di imprese agroalimentari e agricole che puntano ad investimenti informatici.

L’Agenzia delle Entrate ha fornito tutti i dettagli dell’agevolazione dedicata ad imprese agricole e agroalimentari, anche formate come cooperativa o riunite in consorzi.

Il provvedimento del Governo rende noto il modello di comunicazione che i contribuenti dovranno trasmettere alle Entrate dal 15 febbraio al 15 marzo dell’anno successivo a quello di realizzazione degli investimenti. 

In particolare, per gli investimenti realizzati nel 2021, la comunicazione andrà inviata dal 20 settembre al 20 ottobre 2022. Il credito, utilizzabile esclusivamente in compensazione, potrà essere utilizzato per i periodi d’imposta compresi tra il 2021 e il 2023.

Bonus agricoltura 2022, cos’è

Inizialmente, il bonus agricoltura era stato introdotto dalla legge di Bilancio 2021 per il sostegno del made in Italy, attraverso un credito di imposta per degli investimenti sostenuti da imprese agricole e agroalimentari che puntano a realizzare o ampliare infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico. L’agevolazione può essere fruita dal 2021 al 2023 per ciascun periodo di imposta, ma non superare i 50 mila euro.

Gli importi

Il credito d’imposta è pari al 40% sugli investimenti effettuati ammessi al bonus, e non può superare:

  • 50mila euro per le piccole e medie imprese che operano nella produzione primaria di prodotti agricoli e per le piccole e medie imprese agroalimentari,
  • 25 mila euro per le grandi imprese del settore della produzione primaria di prodotti agricoli.

Bonus agricoltura 2022, le spese agevolabili

Le spese agevolabili sono quelle sostenute per l’ampliamento o la realizzazione di infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico. In particolare, si fa riferimento a tutte quelle spese volte al miglioramento dei servizi di vendita a distanza a clienti, residente fuori dal territorio nazional come:

  • Dotazioni tecnologiche;
  • Progettazione e implementazione;
  • Software;
  • Sviluppo database e sistemi di sicurezza.

Bonus agricoltura, come richiederlo

Tutte le piccole, medie e grandi imprese agricole che intendono accedere al bonus sugli investimenti, devono comunicare all’Agenzia delle Entrate, attraversi i canali telematici dell’istituto, l’ammontare delle spese sostenute in ogni periodo d’imposta dal 2021 al 2023.

Per le spese realizzate nel 2021, la comunicazione andrà inviata dal 20 settembre al 20 ottobre 2022 con questo modello. Infine, entro 10 giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle domande, l’Agenzia delle Entrate renderà pubblica la percentuale di credito d’imposta spettante a ciascun soggetto richiedente.

Pubblicità

Pubblicità