La truffa finanziaria è molto frequente , ma la tipologia più nota è sicuramente il cosiddetto schema Ponzi detto anche schema piramidale, o catena Sant’Antonio.

Nata agli inizi del ‘900 dall’omonimo ideatore Charles Ponzi, la truffa non sembra preoccuparsi dei segni del tempo tanto da evolversi con il mercato. Ad oggi infatti, il settore delle criptovalute è il campo privilegiato per chi sia intenzionato a truffare un gran numero di avventati investitori.

Schema Ponzi, cos’è

Lo schema Ponzi è un modello economico di vendita, diventato sinonimo di truffa all’inizio del secolo passato. Si tratta di uno schema in cui, chi entra per primo ottiene i ritorni economici a spese dei successivi investitori. Gli ultimi arrivati infatti, apportano il denaro necessario a pagare gli interessi di chi è entrato prima, definendola così “Catena di Sant’Antonio”.

Il gioco funziona solo fino a quando si riesce ad attrarre nuovi aderenti che apportano capitale. Di conseguenza, quando non entra più denaro il gioco si blocca rivelandosi per la sua natura di truffa.

Nonostante negli anni si sia evoluto avvicinandosi ai settori di tendenza, alla base il sistema rimane lo stesso.

Alle prime persone che vengono coinvolte si permette di ottenere ritorni economici, a patto che portino nuovi clienti disposti ad investire nuovo capitale.

Infatti, il guadagno che interessa solo i primi coinvolti, deriva esclusivamente dalle quote versate dai nuovi investitori, ma in loro assenza lo schema si conclude.

Come riconoscerlo

Il sistema è quindi predestinato a portare in perdita la maggior parte dei partecipanti, risultando fondamentale evitarlo riconoscendo inizialmente alcune caratteristiche:

  • Promessa di alti guadagni in breve termine: Di solito viene promesso di raddoppiare in poche settimane il capitale investito. Promessa allettante che si traduce in basso rischio ad alto rendimento, quindi poco veritiera dato la sua estrema rarità.
  • Offerta rivolta ad un pubblico non competente in materia: Tra la popolazione, le conoscenze in materia finanziaria sono basilari e le promesse di queste truffe, spesso poco dettagliate, portano facilmente ad abboccare molti incauti investitori.
  • Infine capita spesso che facciano credere di avere strategie segrete e di grande potenza finanziaria

Come evitarlo

Per evitare di cadere nella truffa potrebbe essere molto utile chiedere più informazioni possibili sull’investimento che propongono, facendo quindi leva caratteristica che contraddistingue lo schema: la mancanza dei dettagli.

Inoltre, potrebbe essere utile ricordare che lo schema Ponzi è in continua evoluzione e punta molto sulla comodità e sull’illusione delle persone che spesso cercano metodi facili per guadagnare denaro. Ad oggi, uno dei settori più gettonati è il mondo delle criptovalute.

Pubblicità

Pubblicità