All’interno del nuovo decreto energia, anche la proroga del bonus sociale contro il caro bollette di luce, gas e acqua.

Decreto bollette 2022

L’emanazione del nuovo Decreto di fatto proroga delle misure già attive:

  • Riduzione dell’Iva al 5% e degli oneri generali di sistema per il settore gas;
  • Azzeramento delle aliquote degli oneri generali di sistema applicate si alle utenze domestiche sia alle utenze non domestiche di bassa tensione, fino a 16,5 KW. L’azzeramento vale anche per le connesse in media / alta e altissima tensione per ricarica di veicoli elettrici in luoghi pubblici e per l’illuminazione pubblica;
  • Consolidamento del bonus sociale per le famiglie con ISEE di 8 mila euro e 20 mila per le famiglie numerose;
  • Credito di imposta per le imprese enrgivore;
  • Introdotto anche un contributo straordinario, sotto forma di credito di imposta per le imprese gasivore.

Bonus sociale 2022

Il bonus sociale di gas naturale o elettrico consiste in uno sconto in bolletta della fornitura domestica di gas naturale o di quella elettrica. In particolare, il bonus è rivolto alle famiglie che si trovino in disagio economico o con determinati requisiti.

I requisiti per accedere al bonus sociale 2022

Per accedere al bonus sociale 2022, il nucleo famigliare o il cittadino deve risultare in disagio economico con le seguenti requisiti:

  • Appartenere ad un nucleo famigliare, considerato famiglia numerosa ( almeno 4 figli a carico) con ISEE non superiore a 20 mila euro;
  • Appartenere ad un nucleo famigliare con indicatore ISEE non superiore a 8265 euro;
  • Appartenere ad un nucleo famigliare titolare di pensione di cittadinanza o reddito di cittadinanza.

Inoltre, uno dei componenti del nucleo famigliare deve risultare intestatario di un contratto di fornitura di fornitura elettrica, di gas naturale o idrica, così definiti:

  • Tariffa per usi domestici, con la fornitura servire strettamente locali adibiti ad abitazione a carattere famigliare;
  • Fornitura deve risultare attiva e in corso, oppure temporaneamente sospesa per morosità;
  • In alternativa per i nuclei famigliari con fornitura condominiale di gas, luce o acqua centralizzata può accedere se la fornitura risulta attiva e servita in locali adibiti ad abitazione.

Come accedere al bonus

Per ricevere l’agevolazione non è necessario presentare alcuna domanda. Infatti, è sufficiente presentare ogni anno attraverso Comune, CAF, INPS la dichiarazione sostitutiva per il calcolo del ISEE.  Da quel momento, se in presenza dei requisiti il bonus sarà accreditato ai beneficiari e applicato direttamente e automaticamente sotto forma di sconto in bolletta.

Pubblicità

Pubblicità