Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole.

In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale europeo: “ un passo importante verso una tassazione più equa”.

Osservatorio fiscale europeo, cos’è

Si tratta di un centro di ricerca specializzato nel compito di analizzare le problematiche fiscali dell’Unione Europea, favorendo il dialogo tra politica ed economia.

L’Osservatorio creato a marzo 2021, avrà sede presso la Paris School of Economics e disporrà di un bilancio di 1,2 milioni di euro messi a disposizione dall’Unione per il 2020/2021.

Pubblicità

Pubblicità

Obiettivi

L’Osservatorio fiscale intende favorire il dibattito inclusivo e democratico sulla futura fiscalità nell’Unione Europea.

Tra i suoi obiettivi, viene inclusa anche la partecipazione allo sviluppo di nuove proposte in grado di affrontare le sfide fiscali del prossimo futuro, come la lotta all’evasione e alla frode fiscale.

L’Osservatorio sosterrà poi il lavoro della politica, accompagnando gli Stati membri verso una tassazione più equa.

Organizzazione

Al nuovo Osservatorio fiscale europeo faranno parte diverse organizzazioni della società civile, centri di ricerca, università europee e personalità di spicco nel mondo dell’economia.

Dal punto di vista della Governance, si precisa che nonostante il progetto sia finanziato dall’UE, sarà un organo completamente indipendente.

Per questo motivo, potrebbe diventare il punto di riferimento internazionale per la tassazione e centro di nuove idee per combattere l’evasione e l’elusione fiscale.