Se il tetto al prezzo del gas venisse approvato, che cambiamenti potrebbe portare.

Tetto al prezzo del gas

Con il sesto pacchetto di sanzioni è stato proposto anche un tetto al prezzo del gas, che se approvato, potrebbe portare dei cambiamenti.

Nella battaglia portata avanti dal Governo sul tetto al prezzo del gas detto anche “price cap” al gas”, l’Italia fa un passo avanti. Infatti, il Consiglio europeo lo avrebbe validato, inserendolo nelle discussioni finali del vertice e verificarne la fattibilità.

Cosa potrebbe cambiare

Visto che le tariffe dell’energia sono particolarmente influenzate dal prezzo del gas applicato ai fornitori di corrente, la misura avrebbe l’obiettivo di calmierare il prezzo finale dell’energia. Ad esempio, il costo del metano sarebbe molto più alto del suo effettivo valore di mercato. Da qui la richiesta di limitarlo, con un tetto stabilito a livello Ue.

Nel caso specifico, il “price cap” chiesto dall’Italia, punta ad esaminare insieme ai vari partner europei, le modalità per contenere l’aumento dei prezzi dell’energia, compresa la fattibilità di possibili tetti al prezzi dell’importazione.

Le conseguenze

Nel caso in cui dovesse essere approvata la proposta contenuta nella bozza, toccherà poi agli uffici della Commissione studiare un meccanismo che permetta di evitare pericolose oscillazioni dei prezzi.

Una mossa questa, che potrebbe intaccare i profitti di Mosca e soprattutto quelli delle società produttrici e esportatrici che potevano beneficiare degli extra profitti derivanti proprio dalle varie oscillazioni di mercato.

Per comprendere quali potrebbero essere le possibili conseguenze, è sufficiente guardare alla Spagna dove il tetto al prezzo dell’energia è già stato fissato.

In particolare, in Spagna non si potrà vendere gas a più di 40 euro a megawattora. Questo si traduce in un risparmio in bolletta circa pari al 20/30% se si aggiungono anche i costi di compensazione. Un risparmio a cui potrebbe ambire anche l’Italia se la decisione dovesse venire approvato.

Pubblicità

Pubblicità