Dopo quasi un quarto di secolo, Telepass dovrà lasciare spazio anche alla concorrenza.

Stop al monopolio telepass

La storica notizia, arriva per effetto della liberalizzazione del settore avviata nel 2019, con la direttiva europea recepita in Italia nel 2021.

 A mettere il punto al monopolio di Telepass, è la compagnia assicurativa UnipolSai che lancia il diretto concorrente, UnipolMove.

ll nuovo ingresso nel mercato, arriva proprio in contemporaneità con l’annuncio di Telepass che da luglio prevedere un aumento di 0,57 euro al mese del canone Telepass Family, per circa 22 euro annui, per un rincaro di circa il 45%.

Secondo quanto annunciato dall’azienda, i rincari sarebbero determinati dai progressivi cambiamenti tecnologici che impongono l’adeguamento alle nuove modalità di servizio e degli strumenti di pagamento.

Unipol il nuovo gruppo concorrente e i servizi offerti

La forza del gruppo Unipol Sai è la possibilità di fare affidamento su circa 10 milioni di assicurazioni.

Per il lancio nel mercato, il nuovo UnipolMove è disponibile per moto e le vetture con una cilindrata di almeno 150 cc, ad un costo iniziale una tantum di 10 euro.

Ad esempio, gli automobilisti che decidessero da subito il cambio di device, possono godere del servizio gratis per sei mesi, trascorsi i quali scatta l’addebito di 1 euro al mese, 50 centesimi per il secondo dispositivo.

Chi invece, guida un’auto aziendale sia per lavoro che per la vita privata, paga un abbonamento di 5 euro.

Oltre ad attraversare i caselli autostradali senza dover fermarsi per pagare il pedaggio, esattamente come Telepass, il device consentirà anche il pagamento di una serie di servizi legati alla mobilità dai parcheggi alla ZTL, alle multe, il bollo, fino al rifornimento di carburante.

Pubblicità

Pubblicità