L’auto d’epoca è ormai classificata quasi al pari di un’opera d’arte e, secondo i numeri sarà destinata a crescere il suo valore nel tempo.

Il mercato delle auto d’epoca:

Negli ultimi cinque anni, l’investimento in questo settore infatti, ha prodotto una crescita costante del 16% l’anno, con picchi del 33% per i modelli particolarmente rari.

Inoltre, secondo i dati, solo in Italia il mondo delle auto storiche muove un mercato di 2,3 miliardi di euro l’anno per manutenzioni, scambi, raduni e pezzi di ricambio.

Il nuovo fondo di investimento per le auto storiche:

Questo è il motivo per cui la finanza incontra le auto d’epoca, attraverso un fondo lanciato dal gruppo svizzero Hetica tutto dedicato a chi vuole un approccio diverso per investire i propri capitali.

Il nuovo Hetica Klassic Fund investirà in auto con un valore da 30 mila fino a 6 milioni di euro, con una selezione che arriverà grazie ad un gruppo di tecnici costituti in un comitato profondamente legato alla storia dell’automobile, come il Direttore sportivo della Ferrari, Giovanni Fiorio e Mariella Menegozzi, la Direttrice del Museo dell’Auto di Torino.

Come si sviluppa il fondo:

Il fondo sviluppato durante la pandemia, darà la possibilità di acquistare i certificati quotati alla Borsa di Francoforte, con un valore nominale di 10 mila euro.

Oltre a questa opportunità, il fondo si sottoscrive in diverse classi:

  • -per investimenti superiori a 500 mila euro;
  • – per investimenti maggiori di 125 mila euro;
  • – per chi lascia al fondo la titolarità di un’auto.

La regola su cui si basa l’Hetica Klassik Fund, è riuscire a vendere le auto “ al momento giusto” anche grazie alle tante aste internazionali, nelle quali viene percepito realmente il valore del veicolo.

Infatti, per mantenere le auto della riserva in ottimo stato, vengono conservate a Lugano, in una struttura altamente attrezzata e hi-tech che permette di mantenere sicurezza ed efficienza, assicurando anche un elevato valore economico al momento della vendita.

Inoltre, per aumentarne il valore anche nel lungo periodo e far crescere la quotazione sul mercato, il fondo punta a far partecipare le auto storiche a concorsi ed eventi in modo da rilanciare un vero mercato delle auto d’epoca.

Pubblicità

Pubblicità