Il mondo imprenditoriale è agli Isa, delle pagelle di affidabilità che oltre ad indicare la sicurezza e la credibilità possono risultare anche molto vantaggiose.

Che cosa sono gli ISA

Acronimo di Indice Sintetico di Affidabilità, gli ISA sono delle pagelle con un’insieme di indicatori che attribuiscono un voto da 1 a 10 ai contribuenti titolari di Partita Iva.

Di fatto, si tratta di un’insieme di punteggi derivanti da calcoli matematico- statistici effettuati su alcune tematiche essenziali della vita imprenditoriale.

In sostanza, i dati permettono una sintesi sull’affidabilità dell’imprenditore, dal punto di vista professionale, aziendale e della vita fiscale.

La correttezza dei dati, consentirà di individuare i contribuenti affidabili che avranno accesso a benefici e vantaggi importanti.

I vantaggi di un buona pagella ISA

Se i voti si esprimono con una scala da 1 a 10, significa che più alto è il punteggio più un titolare di partita Iva potrà ottenere dei benefici.

In particolare, l’Agenzia delle Entrate chiarisce quali sono le condizioni su cui riconoscere i vantaggi:

  • Punteggio 9 e 10: I contribuenti con un punteggio molto alto verranno esclusi dalla determinazione sintetica del reddito complessivo e dall’applicazione della disciplina delle società non operative:
  • Punteggio di 8,5: In questo caso, i contribuenti possono essere esclusi dagli accertamenti basati su situazioni “ presunte”;
  • Punteggio di 8: I contribuenti vengono esclusi dall’apporre il visto di conformità per la compensazione dei crediti d’imposta, ma anche la riduzione di un anno dei termini per l’accertamento dei redditi di lavoro autonomo e di impresa.

Nel caso in cui il punteggio sia inferiore a 6, il contribuente rischia maggiormente controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Pubblicità

Pubblicità