Alla luce della tendenza generale verso l’investimento sostenibile, il segmento delle obbligazioni verdi è rapidamente cresciuto negli ultimi anni. Anche per questo motivo, Il debutto dell’Italia nel mercato dei green bond era atteso da mesi e, tra il plauso del pubblico, il Paese entra di diritto nel gruppo degli Stati Europei che hanno emesso obbligazioni verdi, insieme a Paesi Bassi, Francia e Germania.

Le caratteristiche del nuovo Btp

Gli ordini del primo Btp Green emessi dalla Repubblica italiana che il tesoro sta collocando sul mercato, hanno già superato gli 80 miliardi di euro, raggiungendo un successo piuttosto elevato.

Per il primo Titolo di Stato Verde, con scadenza 30 aprile 2045, un tasso annuo di 1,50% e pagato in due cedole semestrali, è stato emesso un importo pari a 8,5 miliardi di euro.

Il mandato per il collocamento sindacato del primo Btp green italiano, è stato affidato dal Tesoro a Credit Agricole, BNP Paribas, Intesa San Paolo, Nat West Market e Jp Morgan.

Il ruolo nel mercato del nuovo Btp Green

Il Btp green italiano dovrà adempiere alcuni obiettivi. Infatti, il Titolo di Stato a medio lungo termine, emesso nell’ambito del quadro di riferimento per l’emissione di titoli green, contribuirà agli obiettivi ambientali e alla più ampia strategia di sostenibilità dell’Italia, oggetto quadro del Governo e dell’UE.

Gli incassi, così’ come previsto dalla Legge di Bilancio 2020, serviranno per a coprire le spese sostenute dallo Stato rientranti nel quadro dell’impatto e della sostenibilità ambientale.

In questa prima emissione di Green Bond, l’Italia ha infatti confermato che circa il 90% sarà destinato a efficienza energetica, trasporti e protezione dell’ambiente e della biodiversità, individuando sei categorie dell’utilizzo dei proventi: efficienza energetica, elettricità e rinnovabili, biodiversità e ricerca.

Oltre l’Italia e parte degli Stati Europei, nel secondo trimestre del 2021, dovrebbe scendere in campo anche l’Unione Europea che inizierà ad emettere obbligazioni verdi per un importo pari a circa 225 miliardi.

Secondo gli esperti, L’emissione del primo Btp stimolerà la crescita del mercato dei green bond, rendendo “più verdi” i portafogli degli investitori.

Pubblicità

Pubblicità