L’Istituto offre interessanti opportunità anche per le imprese italiane, permettendo di ossigenare molti bilanci aziendali.

La BERS, la Banca per la Ricostruzione e lo Sviluppo è un’ente ancora poco conosciuto soprattutto in Italia anche se il nostro Stato rappresenta il maggiore azionista della banca.

Tra le tante cose, la Banca affianca nell’essenziale processo di internazionalizzazione attraverso consulenze utili ed efficaci anche per le PMI.

Cosa fa

In particolare, la Banca come tutte elargisce strumenti di debito, garanzie, partecipazione in capitale di rischio diretto ed indiretto, ma opera in particolare nel favorire la transizione economica dei Paesi in via di sviluppo, applicando modelli di mercato efficaci ed efficienti.

Oltre a questo, appoggia e sostiene soprattutto la nascita di nuove aziende private all’interno dei nuovi mercati.

L’istituzione infatti, opera in Paesi di priorità strategica per i mercati italiani, esattamente dove il nostro Paese vuole puntare per valorizzare risorse e competenze.

L’area di intervento della banca rappresenta una delle direttrici principali dell’interscambio commerciale e degli investimenti italiani.

Dal Caucaso al Marocco, passando per il Medio Oriente e l’Asia Centrale, sono 38 i Paesi in cui la banca opera e collabora con aziende private, che equivalgono all’ 80% dei suoi clienti.

Infatti, la BERS finanzia progetti con precise caratteristiche, assumendo un rischi di capitale soprattutto in quei Paesi dove le imprese italiane non riuscirebbero ad aprirsi ed emergere autonomamente.

Il cuore della Banca per la Ricostruzione e lo Sviluppo tocca la transizione economica e la competitività, programmando progetti che vanno dall’energia, al turismo fino ai trasporti e alle infrastrutture.

La BERS inoltre, distribuisce i finanziamenti anche in valuta locale fornendo assistenza tecnica alle piccole e medie imprese, assicurando loro tutte le riforme necessarie per la crescita economica nei nuovi mercati emergenti.

Ottenere un finanziamento BERS

Per ottenere i finanziamenti, i progetti proposti devono essere in un Paese Bers, vedere la partecipazione di sponsor attraverso contributi finanziari e comportare forti ritorni commerciali.

La sostenibilità, tema più che mai di tendenza, è un parametro fondamentale per le strategie della baca, visto che attualmente continua a finanziare numerosi programmi e progetti che legano la sostenibilità allo sviluppo.

In particolare, in vista dei prossimi progetti Europei e globali, uniti nel voler abbattere la dipendenza da combustibili fossili, la Banca ha dirottato grandi flussi di finanziamento e di investimento verso le fonti rinnovabili.

Ogni progetto viene così analizzato dai dipartimenti della Banca Europea che valutano, primariamente gli impatti ambientali e solo dopo avviano la procedura per il finanziamento del progetto.