A partire dal 2 novembre, con l’apertura della piattaforma riparte anche il bonus auto con qualche novità.

A partire dalle ore 10.00 di mercoledì 2 novembre ripartiranno anche le prenotazioni per il bonus auto disponibili sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it 

Dopo il bonus scooter, arrivano così anche nuovissimi incentivi destinati all’acquisto di auto non inquinanti fino a 60 g/km CO2.

Bonus auto, i nuovi incentivi: ecco le novità

Con un fondo ad hoc di 8,7 miliardi di euro, sono stati resi strutturali tutti gli strumenti dedicati all’obiettivo di arrivare quanto prima alla diffusione il prima possibile di auto meno inquinanti e ad un sostegno alle produzioni industriali italiane.

Le novità introdotte riguardano prima di ogni altra cosa i cittadini con un reddito inferiore a 30mila euro, che per l’acquisto di veicoli di categoria M1, elettriche e ibride plug-in, potranno beneficare fino a fine 2022 di un incremento del 50% dei contributi fino ad ora previsti.

In particolare, gli incentivi vengono cosi modificati e aggiornati:

Erogazione di massimo 7.500 euro di contributi con rottamazione e  fino a 4.500 euro senza rottamazione valido per  l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 0-20 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 35mila euro IVA esclusa

– Erogazione di massimo di 6mila euro di contributi con rottamazione e fino 3mila euro senza rottamazione per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 21-60 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 45mila euro IVA esclusa.

Bonus auto esteso anche  alle persone giuridiche: ecco a quanto ammonta

Una delle novità più importanti recentemente introdotta, riguarda l’allargamento della platea per i  nuovi ecobonus. Infatti, l’agevolazione spetterà anche alle persone giuridiche che svolgono attività di noleggio auto con finalità commerciali, diverse dal car sharing, con un’unica condizione:  mantenere la proprietà dei veicoli almeno per 12 mesi.

Ecco quanto spetta alle persone giuridiche: i vari casi

  • Erogazione fino ad un massimo di 2.500 euro di contributi con rottamazione e 1.500 euro senza rottamazione per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 0-20 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 35mila euro IVA esclusa
  • Erogazione fino a un massimo di 2mila euro di contributi con rottamazione e 1.000 euro senza rottamazione per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 21-60 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 45mila euro IVA esclusa.

Pubblicità

Pubblicità