Amazon fa sentire la sua voce per tutelare le aziende e i clienti dalle attività illegali di recensioni false.

La nota piattaforma di e- commerce decide di rafforzare il proprio impegno dal punto di vista legale per riuscire a contrastare l’attività di molti broker che pubblicano recensioni false, cominciando proprio dall’Italia, dove è stata fatta la rima denuncia penale.

La denuncia ad una rete di recensori falsi

Si presentano come operatori che alimentano il mercato delle false recensioni su Amazon o in altri negozi online in cambio di prodotti gratuiti o denaro.

In particolare, la prima denuncia arrivata in Italia, prende di mira uno dei principali broker che vendono recensioni false. Broker che avrebbe addirittura creato una vera e propria rete di persone disposte a comprare prodotti su Amazon e a pubblicare recensioni a 5 stelle in cambio di un rimborso completo dei loro acquisti.

Condotte che creavano profitto, ingannando i clienti e i partener di vendita e che soprattutto in Italia possono scatenare reati con pene detentive e pecuniarie.

Un team di investigatori

Per portare a termine l’obiettivo la multinazionale si è dotato di team specializzati. In particolare,  ha creato un team dedicato di investigatori, avvocati, analisti e altri specialisti per contrastare il fenomeno delle recensioni false, a livello globale, tracciando i fornitori e intraprendendo azioni legali contro di loro.

 L’opinione di Altroconsumo

L’iniziativa del gigante dell’e-commerce ha ricevuto l’apprezzamento più che positivo di Altroconsumo che dichiara: « Da tempo denunciamo la crescita delle recensioni abusive, quelle cioè promosse da soggetti che promettono un vantaggio economico in cambio di giudizi positivi, ingannando i consumatori in buona fede.”.

Parole che fanno eco all’apprezzamento dell’iniziativa annunciata  da Amazon con l’avvio nel nostro Paese dell’azione penale contro uno dei principali broker di recensioni false.

Pubblicità

Pubblicità