Quale scenario ci prospetti il turismo alla ripresa post pandemia non è ancora dato di sapere. Sicuramente sarà opportuno farsi trovare pronti a nuove esigenze e, perché no, a nuovi mercati.

Il mondo mussulmano, specialmente l’area rappresentata dai millennials, si presenta come un segmento in crescita con la voglia di viaggiare, scoprire nuovi luoghi e nuove culture. Questo può rappresentare una grande opportunità per la ripresa sia dal punto di vista economico che sociale oltre ad un forte contributo al confronto e alla tolleranza. Sono turisti di ultima generazione avvezzi all’uso del digitale, con un’età media sotto i 30 anni.

Il valore economico del turismo Halal:

Il turismo halal, così definito per il collegamento con la certificazione dei prodotti “Muslim Friendly”, alla quale bisogna riferirsi per approcciare questo target, ha prodotto nel 2018 un valore di oltre 220 miliardi di dollari per 140 milioni di visitatori musulmani e si segnala in forte crescita. Parliamo di un potenziale di mercato di 1 miliardo e 800 milioni di persone, un turista benestante, alla ricerca di esperienze di qualità elevata che ama condividere sui social, producendo così ampia visibilità ai luoghi visitati. Il turista saudita è quello che in media nel mondo spende di più in assoluto, dai 10 ai 100 mila euro l’anno.

Consigli per avvicinarsi al mercato

Un turismo al quale approcciarsi considerando particolari accorgimenti legati alle esigenze culturali dell’ospite, che possono essere peraltro diverse a seconda del cliente, dell’area di provenienza, del periodo. In linea di massima sono accorgimenti riferiti al cibo, alla privacy, alla possibilità di pregare nella giusta direzione, che deve essere naturalmente indicata, non proporre bevande alcooliche ne tantomeno fargliele trovare in camera. Il turismo halal è inoltre un modo per abbattere barriere e pregiudizi culturali ed incrementare il livello di tolleranza nel mondo e occasione di crescita anche per gli operatori del posto. Per attivare questi tipi di flussi è consigliabile affidarsi a Tour operator esperti in questo campo, facilmente reperibili sul web.