Tra le novità in tema di regole sul riscaldamento, anche l’accensione ritardata dei termosifoni, di seguito tutti i punti del programma.

Il piano del Ministro Cingolani prevede grandi novità sul riscaldamento per il prossimo autunno inverno.

Intanto, Il governo assicura che, grazie al Piano messo a punto dal ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, gli italiani non passeranno l’inverno al freddo.

In ogni caso, il Piano prevede 3 grandi cambiamenti nelle nostre abitudini ecco i numeri:

  • 1°C in meno nel riscaldamento di case e edifici commerciali; 19°C per tutti gli edifici;  
  • 17°C per gli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e assimilabili, con una tolleranza di 2°C per entrambi;  
  • 15 giorni in meno di riscaldamento in un anno. Questo significa che viene posticipata di 8 giorni la data di inizio e anticipata di 7 giorni la data di fine;
  • 1 ora in meno di termosifoni accesi al giorno, secondo le diverse zone climatiche in cui è suddivisa l’Italia.

Quella della divisione in zone climatiche per la nostra penisola non è una novità, si tratta infatti di una prassi consolidata nel tempo, che tiene conto delle diversità climatiche da Nord a Sud.

Le novità riguardano quindi le 3 misure citate sopra, che ci porteranno a risparmiare sul consumo di gas, sul costo in bolletta, e anche sull’inquinamento ambientale.

Italia divisa in  6 zone climatiche: ecco quali

Il territorio italiano è quindi suddiviso in 6 zone climatiche, da A a F, in base alla media delle temperature giornaliere. Questo sistema permette di valutare quale sia il reale fabbisogno termico per ciascuna area, ottimizzando i consumi, le emissioni di CO2, ma anche l’impatto economico dell’approvvigionamento energetico. ( Qui è possibile vedere la propria area di riferimento con i comuni italiani raggruppati per Regioni e Provincia, all’interno di ciascuna provincia ( PR) i comuni sono in ordine alfabetico.

Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia
Note: all’interno di ciascuna Provincia i Comuni sono elencati in ordine alfabetico

Il giorno di accensione del riscaldamento in base alla zona

Se viene presa in considerazione,  la riduzione di un’ora al giorno per il riscaldamento, e di 15 giorni complessivi in un anno, rispettando così le regole del nuovo piano,  ecco quando sarà  accendere i termosifoni nelle diverse zone:

. Zona A: riscaldamento acceso 5 ore al giorno dall’8 dicembre al 7 marzo
. Zona B: riscaldamento acceso 7 ore al giorno dall’8 dicembre al 23 marzo
. Zona C: riscaldamento acceso 9 ore al giorno dal 22 novembre al 23 marzo
. Zona D: riscaldamento acceso 11 ore al giorno dall’8 novembre al 7 aprile
. Zona E: riscaldamento acceso 13 ore al giorno dal 22 ottobre al 7 aprile
. Zona F: nessuna limitazione.

Pubblicità

Pubblicità