Per chi decide di cambiare vita e trasferirsi in montagna, il Piemonte mette sul piatto un bonus 40 mila euro.

La Regione Piemonte offre un contributo economico da 10 mila a 40 mila euro per chi decide di acquistare una casa in uno dei 465 comuni presenti nel bando.

Bonus montagna, il bando di residenzialità

L’ultima novità della Regione Piemonte è quella del bando di residenzialità per finanziare chiunque decida di acquistare un’abitazione in montagna.

I contributi messi a disposizione, variano da un minimo di 10 mila euro ad un massimo di 40 mila euro, ma saranno destinati solo a chi decide di trasferirsi in uno dei 465 comuni montani indicati nel bando.
I comuni messi a disposizione sono abitati da meno di 5 mila abitanti in cui oltre all’acquisto della casa, sarà necessario trasferire anche la propria residenza per almeno 10 anni.

Come funziona

Il bando è aperto a chi decide di trasferirsi in montagna, ma anche per chi ha intenzione di acquistare una prima casa o recuperare un immobile.

  • Nel caso di acquisto prima casa l’atto di compravendita dovrà essere firmato necessariamente entro 6 mesi dall’approvazione della graduatoria;
  • In caso di recupero dell’immobile il limite per la compravendita si aumenta a 18 mesi.

Inoltre, chi beneficerà dei contributi del bando avrà l’obbligo di utilizzare l’immobile esclusivamente ad uso residenziale e non per attività che possano procurare un vantaggio economico, come hotel e bed&breakfast.

Beneficiari e requisiti

I requisiti per accedere al bando non si limitano alla sola voglia di trasferirsi in montagna, ma necessitano altri requisiti:

  • Essere maggiorenni;
  • Possedere la cittadinanza italiana o di un altro stato dell’unione Europea, oppure essere soggetti extracomunitari e possedere un permesso di soggiorno di durata non inferiore ai 10 anni;
  • Non aver mai ricevuto un contributo pubblico per l’acquisto di un’abitazione;
  • Non essere residente in un comune italiano montano.

Scadenza e presentazione della domanda

Chiunque possieda i requisiti necessari e desidera accedere al bando avrà tempo per presentare la domanda, con la documentazione richiesta fino al 15 dicembre 2021 entro le 12.00.

La documentazione per la partecipazione al bando dovrà essere presentata esclusivamente in via telematica con le seguenti dichiarazioni:

  • Pagamento della marca da bollo da 16 euro, indicando numero identificativo e data di emissione;
  • Dati e riferimenti anagrafici del beneficiario e del nucleo famigliare;
  • Indirizzo pec su cui ricevere le comunicazioni;
  • La localizzazione dell’immobile con i riferimenti catastali e l’importo preventivato dell’investimento;
  • Assicurare la quota di cofinanziamento necessaria per l’intervento e adempiere agli obblighi del bando.