Importanti novità per le famiglie che non hanno ancora internet veloce a casa. L’obiettivo è di dotare tutti di un servizio internet ultraveloce.

Con l’avvio della nuova fase del piano strategico per la banda ultra-larga, arrivano anche nuove importanti novità per le famiglie che ancora non hanno internet veloce a casa.

Per questa nuova fase in cui hanno preso parte quasi tutti gli operatori di mercato è stato previsto un fondo di 1,5 miliardi di euro con il quale verranno attivate nuove misure. Ad esempio, come i nuovi bonus da 300 euro per dotare tutte le famiglie di una connessione veloce.

Bonus internet per imprese e famiglie: le recenti misure

Dal novembre 2020 le famiglie con un Isee fino a 20 mila euro potevano beneficiare di un voucher erogato dal Governo per fornirsi dei nuovi servizi di connettività. Una misura che si è resa necessaria con l’aumento dello smart working e la didattica a distanza

Il primo bonus quindi,  è servito per permettere alle famiglie entro una certa fascia di reddito, il passaggio alla migliore velocità disponibile presso le proprie abitazioni

Più recentemente, il 1° marzo 2022  è stata invece avviata un’ulteriore fase di intervento destinata alle micro, piccole e medie imprese, con un voucher da 2.500 euro per le connessioni aziendali

Connettività e banda ultralarga

A oggi sono circa 4 milioni le famiglie che utilizzano la banda larga di base, con velocità inferiori a 30 Mbit/s. A queste, si aggiungono quelle che non hanno alcun tipo di accesso a internet.

Alla luce di questi dati, l’obiettivo della misura è quello di fornire a tutti i cittadini le risorse per abbonarsi alla banda ultralarga, superando il divario significativo che esiste tra l’offerta di servizi e la domanda. Cercando di raggiugere nel modo più efficiente possibile il processo di digitalizzazione del Paese.

Come funziona il bonus da 300 euro

Il nuovo intervento prevede quindi l’erogazione di un voucher del valore di 300 euro per l’attivazione di servizi internet ad almeno 30 Mbit/s di velocità massima in download, realizzati con qualsiasi tecnologia disponibile. Il bonus può essere richiesto solamente per sottoscrivere l’offerta più performante disponibile nella propria unità abitativa.

Ad esempio, se il proprio condominio è raggiunto dalla fibra ottica, non sarà possibile firmare un contratto per tipologie di connessione meno veloci e meno performanti.

Il bonus da 300 euro viene erogato agli interessati sotto forma di sconto sul prezzo di attivazione, della fornitura, dell’importo dei canoni del servizio fino a 24 mesi e dei necessari apparecchi per l’installazione.  Di conseguenza, stando limiti di spesa previsti, il nuovo bonus copre i costi iniziali per la nuova linea eventualmente previsti dall’operatore, quelli delle fatture e quelli del modem per circa 2 anni

I beneficiari del nuovo bonus da 300 euro

La nuova agevolazione può essere richiesta dalle famiglie che non hanno servizi di connettività o che ancora hanno connessioni con velocità inferiore a 30 Mbit/s. Di conseguenza, come già detto, Il voucher non può essere erogato a chi ha già contratti per la linea internet con velocità superiori. Non solo ma per questo nuovo bonus non ci sono limiti di reddito.

Le modalità di accesso e della presentazione della domanda saranno definite a breve dal decreto attuativo del Ministero dello Sviluppo economico

Pubblicità

Pubblicità