Con l’introduzione in manovra del taglio del cuneo fiscale, gli stipendi da gennaio subiranno qualche aumento, di quanto.

E’ stato dato il via libera alla Legge di bilancio e in molti cominciano a fare i conti.

In particolare, riguardo il taglio del cuneo fiscale. In manovra infatti è stato confermato il taglio e allargato ad una più ampia platea di contribuenti.

Taglio del cuneo fiscale: quanto aumentano i redditi annuali da gennaio

A partire da gennaio, con le nuove introduzione del Governo le buste paga di milioni di lavoratori saranno potranno essere più sostanziose.

Se il precedente Governo Draghi aveva già abbassato del 2% il cuneo fiscale per i lavoratori con reddito fino a 35mila euro, l’attuale Esecutivo ha ripreso la norma, aumentando di un punto percentuale il taglio del costo del lavoro per i redditi fino a 20mila euro.

Nel testo definitivo approvato alla Camera la soglia per il taglio del 3% è stata alzata a 25mila euro.

Sono state numerose le siumulazioni per riuscire a tradurre quanto sarà l’aumento in busta paga per ogni fascia di reddito calcolati dal Sole 24 ore

  • Per chi rientra nella fascia dei 10mila euro all’anno l’aumento è pari a 19,25 euro al mese, cioè 231 euro annui;
  • Chi guadagna 12.500 euro è di 24,06 euro mensili e 288,75 annui;
  • Per la fascia di guadagno annuo 15mila euro l’incremento è di 28.88 euro al mese e 346,50 annui;
  • I redditi annuali da 17.500 euro si tratta di 28,81 euro in più al mese, pari a 345,69;
  • Per chi guadagna 20mila euro l’aumento è di 32,92 euro al mese, ovvero 395,08 all’anno ;
  • La fascia dei redditi da 22.500 sono 37,04 euro in più al mese, pari a 444,46 annui;
  • Infine, chi guadagna 25 mila euro l’aumento è di 41,15 euro mensili, pari a 493,85 annui.

Pubblicità

Pubblicità