In molti si sono chiesti se i cittadini senza green pass possono chiedere un rimborso per i mezzi pubblici.

Dal 6 dicembre infatti, sono in vigore le regole del super green pass, con la necessità di dotarsi di un normale certificato verde per salire sul trasporto pubblico locale.

Da qui, sorge il problema di tutte quelle persone che non vogliono nè vaccinarsi e neanche farsi un tampone.

Senza green pass e rimborso abbonamenti mezzi pubblici

Il solo possesso del titolo di viaggio, almeno fino al 31 marzo, non è ovviamente più sufficiente per accedere ai servizi di trasporto pubblico locale e per questo un passeggero senza certificazione verde è punibile con 400 euro di multa.

Tutti coloro invece, che hanno già acquistato un abbonamento per il trasporto, ma non vogliono dotarsi di un certificato verde, nonostante le proposte avanzate da alcune famiglie, non possono chiedere un rimborso.

Quindi, anche se un cittadino ha già sostenuto le spese e non può usufruire del servizio, il rimborso non può essere concesso.

Nonostante la legge preveda la restituzione del pagamento quando una prestazione diventa impossibile, la mancanza del green pass non rientra nelle varianti di “impossibilità di prestazione”.

Perchè il rimborso non è possibile

In particolare, la legge 1463 del Codice Civile sottolinea come la restituzione delle spese possa avvenire solo se la prestazione diventa impossibile. Ad esempio, se il servizio di trasporti improvvisamente non dovesse essere più garantito.

Di conseguenza, in questo caso, la mancanza del green pass viene paragonata alla mancanza del titolo di viaggio come requisito personale necessario per viaggiare e non subordinato a fatti esterni.

Pubblicità

Pubblicità