Sono molti fattori che potrebbero determinare l’aumento delle polizze auto a partire dalla forte ondata inflazionista.

Costo medio dei sinistri in forte crescita, è quello che riporta l’Associazione nazionale delle imprese assicuratrici che avvertono di un’inversione di tendenza dei prezzi.

L’associazione, inoltre, ammette che senza le riforme necessarie, sarà difficile stipulare polizze convenienti e fermare i rincari.

Cosa è successo alle assicurazioni

Come per tutti, il 2022 è stato un anno difficile anche per le assicurazioni che a causa dell’inflazione record e del notevole rallentamento economico, sono state spinte ad alzare il costo dei sinistri.

Al momento, i premi non sembrano aver subito rialzi preoccupanti, anche se sono attesi per la fine dell’anno. Infatti, l’adeguamento delle tariffe assicurative potrebbe essere più lento e graduale.

L’intero settore ha visto un calo notevole da quando sono iniziati i problemi internazionali, anche perché il ramo è molto esposto all’andamento del reddito delle famiglie. Dall’inizio dell’ondata inflazionistica, infatti, è stata registrata una riduzione della domanda, oltre che molti assicurati potrebbe trovarsi nella condizione di dover liquidare gli investimenti.

Assicurazioni auto in aumento, ecco perché

Se all’inizio, il settore era stato influenzato dalla bassa circolazione dei veicoli a causa del covid, con le tariffe diventate improvvisamente più convenienti, ora la situazione si sta invertendo.

Da una parte i sinistri hanno ripreso a salire durante i mesi estivi, sfiorando livelli record durante la stagione turistica estiva. Successivamente, sono aumentati i prezzi dei pezzi di ricambio delle auto, con rincari stimati oltre il 10%, in linea con il resto dei beni e le cifre che riguardano l’inflazione nel nostro Paese.

Non solo, ma a giugno, il Ministero dello Sviluppo Economico ha aggiornato i valori per il calcolo dei danni fisici. Quelli meno gravi, sono aumentati del 6,96% in tre anni. Ulteriori rialzi sono attesi per il prossimo anno. Dovrebbero riguardare anche i danni più gravi.

A causa della convergenza di tutti questi fattori, le compagnie assicurative dovranno necessariamente applicare delle tariffe più alte, con un effetto che toccherà le riserve per le società meno virtuose, che ci metteranno più tempo a rimborsare i sinistri.

Pubblicità

Pubblicità