Sarà attivato un portale per raccogliere per unire Pubblica Amministrazione e cittadini in cui verranno pubblicati tutti i concorsi pubblici.

Si tratta di un’importante novità che guarda alla strada della digitalizzazione della Pubblica Amministrazione al fine di costruire una relazione immediata e diretta con gli uffici pubblici

Portale InPa

In sostanza, si parla di un portale pubblico per il reclutamento e la ricerca dei profili professionali necessari alle Pubbliche Amministrazioni.

Un posto dove saranno raccolti tutti i concorsi pubblici, in modo da rendere più agevole e veloce la ricerca del personale. Di fatto, si punta a costruire un’unica porta d’accesso per il mondo del lavoro della PA.

Anche se attivo dal 2021 in modo sperimentale, ad oggi il nuovo servizio informatico www.inpa.gov.it, cambia e intende favorire il più possibile i rapporti tra istituzioni e cittadini.

L’obiettivo finale dell’iniziativa InPA è introdurre a regime, entro il 2023, tutti i bandi dei concorsi pubblici ordinari, in combinazione con le procedure di mobilità dei dipendenti pubblici.

Il portale non gestirà solo i concorsi pubblici ordinari, ma anche i concorsi speciali legati all’attuazione del PNRR, i tirocini formativi, la mobilità tra amministrazioni dell’Unione Europea.

I vantaggi del portale InPa

Chiaramente, il portale punta ad essere un unico ed ufficiale punto di incontro tra domanda e offerta di lavoro, per il reclutamento di figure specializzate da introdurre nell’organico della PA in modo diretto, ovvero senza passare dalle articolate fasi concorsuali.

InPA si presenta come un un servizio per l’accesso rapido, digitale e trasparente, non soltanto ai servizi della PA, ma anche e soprattutto alle sue opportunità di lavoro.

Di fatto, il 1° luglio 2022 ha rappresentato una data fondamentale, visto che è stato il giorno in cui le autorità indipendenti e le amministrazioni centrali hanno iniziato a pubblicare sul portale i propri bandi di concorso.

Entro il 31 ottobre sarà invece regolamentato l’utilizzo della piattaforma, da parte di regioni ed enti locali per le rispettive selezioni di personale.

Come registrarsi al portale

Dal punto di vista pratico, l’accesso ad InPA è piuttosto facile. Di seguito cosa deve fare chi è interessato:

  • Accedere all’indirizzo www.inpa.gov.it;
  • Effettuare la registrazione al Portale del Reclutamento grazie al possesso delle credenziali digitali (SPID, Carta d’Identità Elettronica o CNS).

Da qui, ci sarà possibile inserire il proprio CV e controllare in quel momento quali sono i bandi attivi, suddivisi per Regioni, attraverso una mappa.

InPA consentirà sia di candidarsi, ma gestirà anche le singole domande di partecipazione che potranno essere inviate con l’utilizzo di sezioni dedicate del sito e con l’utilizzo della piattaforma PagoPa per il pagamento delle tasse di concorso.

Pubblicità

Pubblicità