Verso il periodo di Natale, per alcune categorie di lavoratori è in arrivo il pagamento degli arretrati, ecco chi interessa.

Dopo lunghi mesi di trattative, è stato firmato l’accordo con buone notizie per il comparto scuola. Infatti, è stato dato il via libera al nuovo contratto, con sostanziali aumenti economici in busta paga, compreso il versamento di tutti gli arretrati dovuti ai dipendenti nello scorso triennio ( 2019-2021). Arretrati che arriveranno entro la fine dell’anno a circa 1,2 milioni di interessati.

Maxi rata arretrati, i beneficiari

Dopo la firma definitiva sul CCNL Istruzione e Ricerca che permette di erogare l’anticipazione della parte economica a una platea oltre un milione di lavoratori appartenenti al settore scuola, e più di 77 mila appartenenti ai settori università ed enti di ricerca, arriva anche l’accordo per quanto riguarda gli arretrati ai dipendenti.

Si parla di migliaia di euro che, nello scorso triennio, sarebbero dovuti andare nelle tasche di docenti e che però non sono mai arrivati.

Nello dettaglio, si parla del pagamento degli arretrati per circa 2.300 euro medi per tutto il personale della scuola, compenso che sale a 2.450 euro medi per i docenti. Secondo gli accordi presi, il versamento sarà fatto entro Natale oppure entro la fine del 2022.

Questo Natale docenti, personale amministrativo e in generale tutti i lavoratori del settore scolastico riceveranno più di 2.000 euro di arretrati nella loro busta paga. Sono orgoglioso di avere dato seguito a un impegno che avevo assunto sin dal primo giorno, con l’obiettivo di garantire a tutte le persone afferenti al mondo della scuola il giusto riconoscimento per il loro lavoro”, ha dichiarato  Giuseppe Valditara, Ministro dell’Istruzione e del Merito.

Arrivano fondi anche per l’edilizia scolastica

Nella stessa occasione di firma del nuovo accordo sul CCNL Istruzione e Ricerca, il ministro dell’Istruzione e del merito Valditara avrebbe anche annunciato l’arrivo di un fondo di oltre due miliardi per l’edilizia scolastica, di cui 953,5 milioni di nuove risorse.

Le risorse messe a disposizione, saranno finalizzate ad interventi in riqualificazione, sicurezza, adeguamento sismico, antincendio, eliminazione barriere architettoniche, ma anche per interventi su palestre e mense. Questo, sarà un potenziamento degli obiettivi del Piano di Ripresa e Resilienza ( PNRR)

Pubblicità

Pubblicità