Uno degli aspetti che il Governo ha cercato di affrontare e migliorare è il sostegno alle famiglie con figli, incrementando il fondo di 3 miliardi per il 2021 e di 5,5 miliardi per il 2022.

Con l’obbiettivo di supportare il sostegno alla genitorialità in Italia, all’interno del nuovo Family Act sarà presente un assegno universale, ovvero un bonus per figli a carico fino al 21 esimo anno e senza limitazione per i figli disabili.

L’assegno universale 2021, che avrà inizio a luglio 2021 prevede che venga erogato a tutte le famiglie per ciascun figlio, dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni di età, con un incremento per il terzo figlio.

Nel caso di figli disabili invece, l’assegno prevede una maggiorazione tra il 30% ed il 50% ed esteso per tutta la loro vita.

L’importo del bonus per i figli a carico, oscillerà tra i 50 e i 250 euro per figlio e sarà composto da una quota base e una variabile che dipenderà dalle condizioni familiari.

Infatti, la variabilità e quindi la quota dell’importo sarà dettata dall’indicatore Isee, il numero di componenti e l’età del figlio a carico.

L’ammontare che non concorrerà alla formazione del reddito complessivo, verrà corrisposto mensilmente sotto forma di denaro o credito da utilizzare in compensazione dei debiti di imposta.

Inoltre, all’interno del disegno di legge del Family act, sono previste anche misure atte a sostenere la genitorialità e la funzione educativa e sociale delle famiglie, contrastando la denatalità e favorendo la conciliazione della vita famigliare con il lavoro, soprattutto quello femminile.

Per cominciare, insieme all’assegno unico per i figli è prevista l’introduzione di un’altra misura rivolta alle famiglie con figli che prevede l’azzeramento delle rette per la frequenza di asili nido a partire dall’anno scolastico 2020/2021, ampliando l’offerta dei posti disponibili.

A questo, si aggiunge il congedo di 10 giorni per tutti i papà, agevolazioni per l’affitto alle giovani coppie e nuove detrazioni fiscali per i figli universitari.

Inoltre, la Ministra Bonetti ha confermato che la nuova misura dell’Assegno Universale 2021 sarà valido per tutte le famiglia comprese quelle con P. Iva ed incapienti.

Dai genitori, ai figli: un pacchetto di misure che equivale ad un sostegno completo per l’intera famiglia.

Pubblicità

Pubblicità