Dal Ministero dell’Economia è stato dato il via libera al rinnovo dei contratti nel settore della sanità, dove viene riconosciuto un premio covid di 175 euro.

Dopo mesi di attesa, è arrivato ufficialmente il via libera del Ministero dell’Economia al rinnovo dei contratti nella sanità.

Rinnovo, che comprende un premio Covid da 175 euro lordi al mese in favore degli infermieri. La platea degli interessati coinvolge oltre 500mila persone.

I destinatari del bonus covid e quanto vale l’aumento

Il rinnovo del contratto nel settore della Sanità è uno dei più estesi, perché come detto, tocca una platea di oltre 540mila persone.

Il bonus si tratta sostanzialmente di un aumento contrattuale quantificato in 175 euro lordi al mese che andranno di conseguenza ad aumentare la busta paga.

La cifra include quindi, il premio Covid  riconosciuto agli infermieri che si sono trovati in prima linea a fronteggiare la pandemia. L’aumento che viene poi calcolato retroattivamente dal 1° gennaio 2021, varia dai  62,81 euro riconosciuti agli operatori sanitari ai 72,79 euro destinati ai professionisti della salute e funzionari.

Tutti gli arretrati della sanità

Essendo retroattivo, il premio covid viene riconosciuto a partire dal 1° gennaio 2021 e, unito agli altri aumenti contrattuali, darà uno stipendio finale piuttosto invitante. Infatti,  viene stimato  una tantum in busta a dicembre che potrebbe variare dai 3.000 ai 4.500 euro a seconda della posizione lavorativa.

Pubblicità

Pubblicità