Per tutti i lavoratori con i figli malati di covid, in quarantena da contatto o con didattica a distanza sarà possibile richiedere un specifico congedo parentale valido per il 2022.

Il nuovo congedo parentale covid

Il congedo parentale può essere richiesto dai genitori lavoratori dipendenti, lavoratori iscritti alle gestione separata, o dai lavoratori autonomi iscritti all’INPS.

Il permesso consente quindi, la cura dei figli conviventi minori di 14 anni affetti da covid, in quarantena per contatto con positivo o con attività in didattica a distanza. Inoltre, il congedo può essere usufruito anche dai genitori lavoratori collocatari o affidatari.

Come funziona il congedo parentale

Il congedo parentale Sars Cov – 2 è possibile richiederlo a giornata intera o con fruizione oraria. Per il periodo di astensione, l’indennità è riconosciuta al 50% e può essere richiesto solo se in possesso di alcuni requisiti:

  • Per il congedo retribuito: Il figlio necessariamente convivente deve essere minore di 14 anni;
  • Per i figli conviventi tra 14 e 16 anni, nessuna corresponsione ne contribuzione figurativa.

Il congedo invece non è previsto nel caso in cui uno dei due genitori non svolga attività lavorativa.

Come presentare la domanda

Per la presentazione della domanda di “congedo parentale Sars Cov-2” è necessario utilizzare esclusivamente i seguenti canali telematici:

  • Se si è in possesso delle credenziali SPID, Sistema Pubblico di identità digitale è possibile accedere al sito web dell’INSP , www.inps.it con la procedura “maternità e congedo parentale lavoratori dipendenti, autonomi, gestione separata”;
  • Attraverso il Contact Center, chiamando il numero vedere 803.164, gratuito da rete fissa o da rete mobile al 06.164.164 in base alla tariffa applicata;
  • Infine, è possibile richiederlo attraverso gli Istituti di Patronato, utilizzando i servizi offerti gratuitamente.

Pubblicità

Pubblicità