Tra le agevolazioni proposte dal Governo, rientranti nel bonus mobili c’è quella del bonus materassi.

Bonus materassi, come ottenerlo

Il bonus materassi rientra nella categoria dei bonus mobili, ovvero l’agevolazione per l’acquisto di elettrodomestici e arredi che permette la detrazione del 50% su una soglia di spesa limite di 10 mila euro, modificata nell’ultima legge di bilancio.

Infatti, solo per le spese effettuate fino al 31 dicembre 2021 il tetto massimo di spesa agevolata, rimane quello dell’anno precedente, ovvero 16 mila euro.

Quindi, per accedere al bonus materassi è necessario aver effettuato lavori di ristrutturazione dell’edificio, ma spetta anche a chi ha pagato i lavori di recupero del patrimonio edilizio.

Il materasso come i mobili per cui si vuole usufruire dell’agevolazione, vanno acquistati necessariamente a seguito dell’inizio degli interventi di ristrutturazione.

A chi spetta

Esiste un solo requisito fondamentale per accedere alla detrazione del 50% ed è quello di aver sostenuto le spese dopo l’inizio dei lavori di ristrutturazione.

Inoltre, la detrazione spetta solo a coloro che hanno pagato i lavori di ristrutturazione. In particolare, nel caso di una famiglia, se un coniuge paga le spese di ristrutturazione e l’altro quelle dell’arredamento entrambi non potranno ricevere il bonus del 50%.

Nello specifico per l’acquisto dei materassi, non è necessaria la comunicazione ENEA, richiesta invece se si intende acquistare elettrodomestici, come frigorifero, forno, piani cottura e lavastoviglie.

Pubblicità

Pubblicità