Tra le varie agevolazioni ne arriva una che permette di alleggerire la spesa per i libri di testo.

Mancano poche settimane alla riapertura delle scuole e sono già in molti ad avere la lista dei nuovi libri di testo da acquistare. Acquisti che possono pesare sul portafoglio delle famiglie per questo è stato pensato un aiuto per chi è più in difficoltà.

Bonus libri scolastici 2022, un’agevolazione per le famiglie in difficoltà

Alla fine di agosto, le famiglie con figli cominciano a pensare alle spese per rincominciare l’anno scolastico, ma complice un’inflazione galoppante, i preparativi per il nuovo anno possono impattare in maniera non indifferenza su una situazione economia già precaria degli italiani.

Si torna quindi a parlare del bonus libri che può essere e richiesto per l’acquisto dei libri di testo per il nuovo anno scolastico.

Bonus libri scolastici 2022, i beneficiari

Il bonus libri 2022 rientra nel Family Act, il decreto legge che impone alle amministrazioni pubbliche il supporto economico alle famiglie con basso reddito per l’acquisto dei libri di testo.

Di conseguenza, entro settembre saranno le singole regioni a dover pubblicare le procedure per ottenere il finanziamento.

In ogni caso, i beneficiari del bonus libri sono le famiglie con figli studenti iscritti nelle scuole tra cui:

  • Gli istituti secondari di primo o secondo grado, ovvero le scuole medie e le superiori;
  • Le scuole formative accreditate dalla regione che erogano percorsi triennali o quadriennali di istruzione professionale. Tra questi istituti sono compresi anche quelli che garantiscono percorsi del sistema duale, ossia percorsi formativi per entrare nel mondo del lavoro e contemporaneamente studiare
  • Gli istituti statali, le scuole paritarie (sia quelle private che quelle gestite a livello locale) e quelle incluse nell’Albo regionale delle scuole non paritarie;

Come funziona il bonus libri scolastici 2022

Come detto, il governo ha deciso di lasciare alle regioni l’onere di stabilire una soglia ISEE sotto la quale è possibile ricevere il bonus libri..

Ogni famiglia può richiedere di essere messa a conoscenza del proprio ISEE presentando richiesta online, tramite l’apposita procedura standard presente sul sito dell’INPS. L’ente raccoglie tutte le relative informazioni coordinandosi con l’Agenzia delle Entrate. Successivamente sul proprio portale online, l’istituto di previdenza sociale mette a disposizione la cosiddetta DSU ogni cittadino può scaricare per apprendere la propria situazione ISEE e capire così se si rientra nella potenziale platea dei beneficiari del bonus.

Bonus libri per l’anno scolastico 2022-2023: Trentino – Alto Adige

Anche in Trentino Alto Adige le famiglie possono richiedere il bonus libri scolastici per l’anno 2022-2023.

La fornitura libri scolastici è gratuita per tutti gli alunni iscritti in una scuola primaria, secondaria di primo o secondo grado (esclusivamente per il primo biennio): saranno gli istituti scolastici a raccogliere le adesioni all’agevolazione.

Nel dettaglio per l’Alto Adige è possibile informarsi a questo link, mentre per il Trentino informazioni utili sul bonus libri possono essere trovate qui.

Bonus libri per l’anno scolastico 2022-2023: Lombardia

In Lombardia invece è stata confermata la Dote Scuola 2022-2023, ovvero la possibilità di ottenere bonus libri scolastici per le famiglie in difficoltà economica.

L’agevolazione si rivolge in particolare ai nuclei familiari che possiedono un ISEE non superiore a 15.748,78 euro all’anno e che risiedono in Regione.

Ciascun voucher può avere un valore variabile tra 200 e 500 euro, e può essere utilizzato dagli studenti fino a 21 anni per l’acquisto di libri di testo, narrativa, saggistica, dizionari, ma anche dotazioni tecnologiche.

Pubblicità

Pubblicità