Tutelare gli animali domestici da danni causati a terze persone potrebbe essere conveniente.

In Italia gli animali domestici registrati, i cani in particolare, sono l’equivalente della popolazione italiana. Anche per questo motivo, spesso conviene stipulare un’assicurazione per evitare spese sanitarie impreviste.

Perchè stipulare un’assicurazione per i cani

Tra spese veterinarie, cibo e varie cure, mantenere un cane nel nostro Paese ha un costo piuttosto elevato. Proprio per evitare ulteriori spese impreviste, stipulare un un assicurazione potrebbe risolvere molti problemi.

Un’assicurazione base per un cane ha un costo di circa 150 euro annui, molti meno rispetto al costo di mantenimento dell’animale anche può variare in base alla tipologia sottoscritta e agli imprevisti compresi.

Pubblicità

Pubblicità

In generale, il contratto permette al padrone di tutelarsi, ed essere coperto da eventuali danni accidentali dell’animale, oltre che evitare le costose spese veterinarie.

Il costo dell’assicurazione ovviamente si diversifica in base alla copertura scelta tra servizio veterinario e danni a terzi.

Assicurazione cane, quanti tipologie ne esistono

Molte sono quindi le tipologie per assicurare il proprio animale domestico tra cui:

  • Tutela legale: dedicata in caso di dispute con persone che hanno subito danni dal proprio animale, con la copertura spese legali;
  • Tutela veterinaria: In questo caso la polizza prevede la copertura delle spese veterinarie e sanitarie del proprio cane;
  • Copertura danni a terzi: con questa tipologia l’assicurazione copre e tutela il cane dai danni commessi a terzi.

Obbligatorietà assicurazione del cane

Nonostante anni fa si sia sentito parlare di obbligatorietà di assicurazione per i cani, ad oggi la polizza dell’animale domestico in generale non è obbligatoria, ma per i cani in alcuni casi è caldamente consigliata.

In particolare, se il cane è di razza l’assicurazione può essere fondamentale e fortemente consigliata per gli eventuali rischi alla salute, in cui facilmente sono destinati.

Inoltre, in alcuni casi per il cane l’assicurazione è da considerarsi obbligatoria soprattutto per alcune razze considerate come maggiormente vulnerabili e pericolose come, il mastino napoletano, Rottweiler, Pittbull, Bulldog americano, Cane da pastore del Caucaso e diversi altri.

Infine, anche se il proprio cane non appartiene alla lista degli animali vulnerabili, ma mostra degli atteggiamenti aggressivi allora la polizza è d ritenersi obbligatoria.

Pubblicità

Pubblicità