Per gli over 65 esistono alcune agevolazioni e sconti che possono trasformarsi in un valido supporto. Ecco quali sono.

Ormai appare piuttosto chiaro che con l’inflazione il costo della vita è aumentato, rendendo difficile far fronte a tutte le spese.

Fortunatamente, per gli over 65 esistono alcune agevolazioni che possono facilitare la vita di chi si trova in una difficile condizione economica.

Bonus di 200 euro in favore dei pensionati con redditi bassi

Da quest’estate, esattamente da luglio 2022, è stato dato il via al versamento del bonus di 200 euro dedicato ai pensionati con redditi bassi.

Si tratta di un contributo introdotto con l’obiettivo di aiutare numerose famiglie per le spese quotidiane. Il bonus può essere richiesto attraverso la sezione apposita dell’INPS in cui si dovranno fornire i dati personali, ovvero quelli del richiedente e le informazioni inerenti il proprio reddito. Per accedere al sito dell’inps è necessario autenticarsi con identità digitale.

Cinema, teatro e mezzi pubblici: le agevolazioni per gli over 65

Per i più anziani, sono a disposizione anche agevolazioni per risparmiare sul trasporto pubblico, ma anche per cinema e teatri.

 Per quanto riguarda il trasporto pubblico, Trenitalia ha predisposto delle agevolazioni utilizzabili con la “Carta argento over 60” acquistabile a 30 euro fino ai 75 anni di età.

La carta da diritto ad uno sconto del 15% sui viaggi nazionali e del 25% sui viaggi esteri. Non solo, ma in ogni città sono previste anche specifiche agevolazioni sugli abbonamenti per trasporto pubblico, come autobus e metropolitana.

Riguardo invece, al cinema e al teatro, in quasi tutte le città è possibile avere accesso alle agevolazioni che permettono risparmi sul biglietto in favore degli over 65.

Sconti su bollette, Tari e riduzione del canone RAI

Tra le più interessanti agevolazioni che possono chiedere i pensionati è l’esenzione dal pagamento del canone RAI, solo nel caso in cui il reddito è inferiore agli 8.000 annui e si rispetti il limite dei 75 anni di età

Per poter accedere alla cancellazione, è necessario compilare il modulo disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate e inviarlo rispettando le indicazioni presenti sul portale.

Non solo, ma tutti coloro che hanno raggiunto lo stesso traguardo di età e hanno un reddito annuale non superiore ai 6.713,94 euro  possono richiedere una riduzione delle bollette telefoniche.

Infine, nella stessa categorie sono incluse anche le agevolazioni per i pagamenti delle bollette del gas, della luce e della tassa sui rifiuti ( TARI).

Per questi ultimi sconti è però necessario fare una richiesta scritta nel momento in cui si esegue la dichiarazione dei redditi. È chiaramente possibile chiedere il supporto al proprio CAF.

Prestiti, per i pensionati l’INPS ne propone alcuni convenzionati

Se si è un pensionato INPS e si è in un momento di bisogno, è possibile richiedere un prestito in convenzione proprio con l’Ente Previdenziale.

Il prestito può essere richiesto presso gli intermediari finanziari aderenti all’agevolazione, riuscendo a rimborsarlo in piccole rate trattenute direttamente dal cedolino della pensione.

Per la restituzione, viene garantito che le rate, non saranno mai superiori al 20% del valore della propria pensione.

Bonus barriere architettoniche over 65

Nel Bonus Barriere Architettoniche, rientra anche il bonus disposto al fine di eliminare le barriere architettoniche in edifici già esistenti. Si tratta sostanzialmente di una detrazione dell’imposta lorda per le spese documentate che sono state sostenute a partire dal 1° gennaio e fino al 31 dicembre del 2022.

Il bonus fa riferimento al 75% delle spese sostenute e gli aventi diritto possono ripartire la detrazione in 5 quote annuali di pari importo. Lo sconto viene così calcolato:

  • 50 mila euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari indipendenti che siano collocate all’interno di edifici plurifamiliari;
  • 40 mila euro per il numero di unità immobiliari che compongono ogni edificio (da un minimo di 2 a un massimo di 8 unità);
  • 30 mila euro per il numero di unità immobiliari che compongono ogni edificio con più di 8 unità.

Un’agevolazione comoda per i più anziani che vogliono eliminare le barriere architettoniche all’interno della propria abitazione.

Pubblicità

Pubblicità