Dal Ministero dello Sviluppo Economico, viene pubblicato il decreto con cui si identificano le aziende beneficiarie del contributo in favore delle Pmi titolari del servizio di distribuzione del carburante delle autostrade.

Il periodo di riferimento del decreto è quello del periodo di emergenza da Covid -19 previsto dal decreto di dicembre 2020.

I soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari di questo contributo sono le Pmi che alla data del 1 marzo 2020 siano in regola con il versamento dei contributi previdenziali. Inoltre, alla data della presentazione della domanda le piccole e medie aziende devono risultare in possesso di precisi requisiti:

  • Svolgere un servizio di distribuzione carburanti, disponendo di un impianto;
  • Essere regolarmente costituite, iscritte ed attive al registro delle imprese:
  • Non essere destinatarie di sanzioni interdittive;
  • Non essere in liquidazione volontaria, sottoposte a liquidazioni concorsuali con finalità liquidatorie e trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti.

La determinazione dell’agevolazione

Per la concessione dell’agevolazione, le risorse finanziarie disponibili ammontano a 4 milioni di euro.

L’agevolazione, concessa nei limiti delle risorse disponibili alle Pmi in possesso dei requisiti necessari, sarà sotto forma di contributo in conto esercizio e commisurata ai contributi previdenziali ed assistenziali.

L’unica esclusione riguarda i premi per l’assicurazione obbligatori ed infortunistica che spettano ai soggetti proponenti.

Per questo tipo di istanza, il Ministero in caso di esisto positivo, procede alla valutazione e alle verifiche dei requisiti di ammissibilità alla concessione del contributo.

Pubblicità

Pubblicità