È stato dato il via libera per la proroga anche nel 2023 dei voucher per la banda ultra-larga in favore di Partite Iva e Pmi.

La misura che sarebbe dovuta scadere il 15 dicembre continuerà anche per il prossimo anno. In questo modo anche per il 2023 saranno disponibili i voucher per la banda ultra-larga in favore di Pmi e partite Iva.  

Ad annunciarlo è stato il Ministro per le imprese e Made in ItalyAdolfo Urso. Infatti, sono oltre 430 i milioni stanziati, di questi quasi tre quarti sono rimasti inutilizzati.

Voucher banda ultra-larga, cos’è e come funziona

I beneficiari dell’agevolazione saranno tutte le persone fisiche titolari di Partita Iva e le imprese attive sul territorio nazionale. Con la domanda, si potrà avere accesso ad un contributo variabile da un minimo di 300 euro fino a un prezzo massimo di 2500 euro, utilizzabile per i servizi di connettività a banda ultra-larga da 30 Mbit/s a 1 Gbit/s e superiori, per contratti in abbonamento di durata variabile tra i 18 e i 24 mesi.

I voucher potranno continuare ad essere attivati, direttamente dagli operatori, fino al 31 dicembre 2023 su domanda dei beneficiari del contributo, erogato sotto forma di sconto sul prezzo di vendita dei canoni di connessione.

I tipi di voucher disponibili per il 2023

Di seguito, tutte caratteristiche dei buoni sconto che verranno erogati anche nel 2023 ad imprese e professionisti per l’acquisto di un servizio internet:

  • voucher A1: Si tratta di un contributo di connettività di 300 euro, per un contratto di durata 18 mesi, che prevede il passaggio ad una connettività con velocità massima in download compresa tra 30 Mbit/s e 300 Mbit/s;
  • voucher A2: contributo di connettività di 300 euro, per un contratto di durata 18 mesi, per il passaggio ad una connettività con velocità massima in download compresa tra 300 Mbit/s e 1 Gbit/s. In questo caso, il contributo può essere aumentato di 500 euro per connessioni con velocità pari ad 1 Gbit, per i costi di allaccio alla rete sostenuti dai beneficiari;
  • voucher B: contributo di connettività di 500 euro per un contratto di durata 18 mesi che prevede il passaggio ad una connettività con velocità massima in download compresa tra 300 Mbit/s e 1 Gbit/s. Il buono ha la possibilità di essere aumentato di 500 euro per connessioni con velocità pari ad 1 Gbit, per i costi di allaccio alla rete sostenuti dai beneficiari;
  • Voucher C: Questo tipo di voucher, prevede un contributo di connettività pari a 2.000 euro per un contratto della durata di 24 mesi per il passaggio ad una connettività con velocità massima in download superiore ad 1 Gbit/s. Anche in questo caso, il buono può aumentare di 500 euro per connessioni con velocità pari ad 1 Gbit, per i costi di allaccio alla rete sostenuti dai beneficiari.

L’obiettivo del sostegno, sarà quello di favorire un risparmio a tutte le imprese e i professionisti che intendono migliorare la propria connettività, in linea con gli obiettivi di digitalizzazione aziendale.

Pubblicità

Pubblicità