Al via l’accesso agli incentivi aziendali del Fondo Nuove Competenze: tutte le informazioni e le novità sul progetto.

A partire dal 13 dicembre è stato dato il via alla presentazione  delle nuove istanze di accesso al Fondo Nuove Competenze pubblicato da ANPAL.

Fondo nuove competenze di cosa si tratta

Il fondo è rivolto a tutte le imprese che vogliono adeguare e aggiornare le competenze dei lavoratori, destinando parte dell’orario di lavoro ad attività formative.

Per rendere più facile l’accesso, è stato pubblicato anche il manuale azienda per l’invio delle domande, insieme alle linee guida per la redazione dei progetti.

Fondo nuove compente, quali sono i progetti formativi ammessi

Il Fondo alimentato con un altro miliardo di euro finanzia progetti formativi con accordi sottoscritti entro il 31 dicembre 2022 e finalizzati a percorsi da realizzarsi anche nel 2023.

Sono state inoltre introdotte alcune novità che riguardano sia le tempistiche di rendicontazione sia le modalità con cui i fondi interprofessionali possono intervenire anche se finanziano solo parzialmente la formazione

In ogni caso, èer quanto riguarda l’impianto generale dell’incentivo non cambia nulla.  tutti gli enti accreditati a livello nazionale o regionale per la formazione. Infatti i soggetti erogatori della formazione possono essere:

  • I soggetti giuridici, anche privati, che inseriscono la formazione tra gli scopi statutari oppure sono autorizzati all’erogazione di formazione da disposizioni legislative o regolamentari anche regionali;
  • Infine, tutti gli enti accreditati a livello regionale o nazionale per la formazione.

Le tempistiche per la rendicontazione

Al momento della presentazione dell’istanza, il datore di lavoro può scegliere per lo svolgimento della formazione nei 110 giorni dall’approvazione della domanda e provvedere alla rendicontazione nei 40 giorni dalla conclusione dei percorsi di sviluppo delle competenze.

Non sono però previste proroghe, per alcun motivo, né per l’erogazione della formazione né per l’invio saldo, oltre i 150 giorni previsti per le attività formative e la relativa rendicontazione.

Finanziamento parziale

Il Fondo finanzia piani formativi rivolti ai lavoratori dipendenti a seguito di un accordo di rimodulazione dell’orario di lavoro. Viene precisato che si intende finanziato dal Fondo Paritetico Interprofessionale anche il progetto che riceva un finanziamento parziale, solo se sia realizzato secondo la disciplina del Fondo, anche rispetto alle verifiche e ai controlli previsti.

Pubblicità

Pubblicità