Il day after della pandemia proporrà sicuramente come priorità esigenze di sicurezza sanitaria fin dal punto di partenza, soprattutto se trattasi di aeroporto, durante il soggiorno e al momento del rientro.

I test rapidi prima dell’imbarco o i passaporti sanitari potranno diventare abitudine consolidata nei traffici di turismo internazionale. Quello che prima della pandemia era richiesto solo per alcune parti del mondo, potrebbe ora configurarsi come prassi obbligatoria per qualsiasi tipo di viaggio internazionale, ovvero il turista dovrà essere in grado di dimostrare di essere vaccinato e coperto contro la diffusione del virus.

È a questo punto auspicabile che per consentire la ripresa di flussi turistici importanti sia perseguita la più larga diffusione di vaccini somministrati ai cittadini di ogni paese, anche se questo non sarà purtroppo ragionevolmente pensabile nel breve periodo.

È altrettanto facilmente prevedibile che la dimensione digitale del processo di prenotazione assumerà sempre maggiore importanza, obbligando gli operatori, da quelli dell’intermediazione a quelli del ricettivo, ad un rapporto sempre più stretto e continuo con la clientela.

La sfida maggiore per gli operatori, che dovranno diventare “progettisti” della vacanza, sarà riuscire a coniugare situazioni di fatto contraddittorie: il desiderio di conoscere e relazionarsi con l’altro, aspetti fondamentali che stanno alla base del viaggiare, con i patemi del distanziamento e la paura del contatto.

Sarà interessante capire inoltre il ruolo dei megaplayer come Booking che hanno visto dimezzarsi il giro d’affari nell’annus Horribilis del turismo, azzerando nel contempo l’utile netto dell’attività.

La tendenza ad avere un rapporto diretto con i fornitori di servizi e, quantomeno nel primo periodo, l’orientamento a scegliere destinazioni non troppo lontane dal luogo di residenza, potrà spostare le abitudini di ricerca dalle grosse piattaforme online ai siti delle destinazioni se non addirittura degli stessi operatori del ricettivo.

Assume quindi fondamentale importanza per tutti gli operatori essere preparati ad accompagnare la customer journey del cliente in ogni sua componente partendo dalla percezione di sicurezza e completezza dei servizi richiesti, arricchendo la gamma di informazioni via web e, soprattutto, nel contatto diretto sia digital che telefonico.

Pubblicità

Pubblicità