È stato ufficialmente pubblicato il decreto che assegna 46 milioni di euro ai nuovi bandi Dsegni+, Marchi+ e Brevetti + per il 2022.

L’intervento proposto dal Governo, rientra nell’ambito del Piano strategico 2021-2023 sulla proprietà industriale per la valorizzazione di marchi e disegni e la brevettabilità delle innovazioni tecnologiche 

Con questa scelta, il ministero dello Sviluppo Economico ha ritenuto opportuno programmare per l’annualità 2022 l’immediata riapertura del bando, con l’obiettivo di assicurare continuità al sostegno delle piccole e medie imprese, valorizzando le proprie capacità.

Bandi Marchi+, Brevetti+ e Disegni+, di cosa si tratta e i beneficiari

I bandi “Brevetti+”, “Marchi+” e “Disegni+” si inseriscono nel quadro previsto dal Piano strategico sulla Proprietà industriale per il triennio 2021-2023 approvato dal ministro dello Sviluppo Economico a giugno dell’anno scorso.

Questi bandi sono delle misure promosse dal Governo per favorire la valorizzazione di marchi e disegni e la brevettabilità delle innovazioni tecnologiche delle Pmi italiane.

L’obiettivo della misura è quello di proteggere la proprietà intellettuale, valorizzando la capacità innovativa delle Pmi, ma anche per tutelare la proprietà industriale nell’ambito della innovazione, digitalizzazione, e competitività del sistema produttivo.

A ciascuno dei tra bandi possono accedere le micro, piccole e medie imprese con sede legale e operativa nel territorio italiano.

Bando Brevetti+ per il 2022

Anzitutto l’obiettivo del bando Brevetti+ è quello di appoggiare lo sviluppo di una strategia brevettuale e l’accrescimento della capacità competitiva dei soggetti beneficiari.

 Questo, attraverso la concessione ed erogazione di incentivi per l’acquisto di servizi, finalizzati alla valorizzazione economica di un brevetto in termini di produttività, redditività e sviluppo di mercato sia a livello nazionale che internazionale.

Per il 2022, il bando Brevetti + mette a disposizione anche di 10 milioni di euro derivanti dalle risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr)

Suddivisione dei contributi alle Piccole medie imprese

I contributi destinati alle Pmi sono così suddivisi:

  • 2 milioni per Marchi+.
  • 30 milioni per Brevetti+, di cui 10 milioni di euro sono risorse del Pnrr;
  • 14 milioni per Disegni+;

Prossimamente, per l’accesso ai bandi il Ministero competente pubblicherà entro 30 giorni, gli avvisi di apertura degli sportelli, con i termini e modalità di presentazione delle domande.

Pubblicità

Pubblicità