Negli ultimi anni, in Italia, è cresciuta la consapevolezza di quanto sia importante sostenere l’evoluzione del Paese, investendo in realtà tecnologicamente avanzate come startup innovative che occupano una sezione speciale del Registro delle Imprese italiane.

Soprattutto nelle prima fasi di vita, una startup necessita di una spinta economica anche attraverso dei veri e propri angeli custodi, che credendo nell’innovazione del progetto decidono di investire fondi e conoscenze.

Da qui, nasce il Business Angel, una figura molto frequente per l’ecosistema di una startup e determinante per la sua nascita, dato che prendono carico anche del rischi associati allo sviluppo della nuova realtà.

Chi è il Business Angel:

I Business Angels sono semplicemente degli investitori informali che differiscono da quelli formali, come gli istituti di credito o le banche.

Si tratta quindi di professionisti privati, generalmente ex imprenditori o manager, che offrono alle startup più interessanti sia fondi economici in forma di capitale di rischio, ma anche conoscenze specifiche per sviluppare l’idea.

Tendenzialmente il Business Angel interviene nella fase iniziale, con con un capitale che varia dai 20.000 ai 500.000 euro.

Nonostante il Business Angel non richieda particolari forme di garanzia, il rapporto con l’imprenditore è basato sulla fiducia, anche per questo viene definito investitore informale.

Se la fiducia resiste, la relazione potrebbe essere conveniente per entrambi. L’azienda infatti, riceve consigli gratuiti da un esperto, che appassionato dal progetto segue nei dettagli le fasi della crescita.

L’investitore invece, potrebbe assicurarsi un buon investimento, seppur rischioso, garantendosi un realizzo a medio termine di plusvalenze da ottenere con la vendita della partecipazione.

I Business Angels in Italia:

La presenza del Business Angel in Italia oggi è rafforzata dalla maggior presenza di network che collaborano con dei portali di equity crowfunding, che attraverso le loro campagne riescono ad attrarre l’intervento degli angeli custodi.

Ogni Paese ha il suo Business Angels Network, ovvero una rete di investitori convinti. Un’associazione di investitori senza scopo di lucro che si propone di mettere in contatto i suoi associati con progetti imprenditoriali innovativi, che vengono valutati dagli associati stessi.

In Italia, IBAN è il gruppo principale che può fornire a chi è interessato, l’elenco dei Business Angels di ogni regione.

Perchè scegliere i Business Angels:

L’opportunità di finanziare un’idea imprenditoriale attraverso il Business Angel è sicuramente una valida alternativa alle tradizionali linee di credito bancarie.

Nonostante il Business Angel non richieda particolari garanzie, a fronte del finanziamento si assume una parte del rischio di impresa, esattamente come gli altri azionisti.

Quindi, prima di un possibile finanziamento, per il Business Angel diventa di particolare importanza visionare la proposta dell’idea, ma soprattutto i suoi potenziali di crescita.

Inoltre, l’investitore informale non va visto come una mera fonte di finanziamento. Infatti, essendo molto spesso professionisti nel settore, è in grado di valutare appieno le potenzialità del business, fornendo consigli ed informazioni davvero utili perla crescita del progetto, grazie al background professionale.

Pubblicità

Pubblicità