Anche i titolari di partita Iva potranno accedere al bonus internet veloce che prevede contributi da 300 a 2500 euro.

Il piano del Ministero dello Sviluppo Economico punta alla digitalizzazione delle imprese tanto che il bonus internet veloce viene esteso anche ai professionisti titolari di Partita Iva.

Bonus internet, cos’è

In linea generale, il bonus internet 2022 prevede contributi che partono da un minimo di 300 euro fino ad un tetto massimo di 2500 euro a copertura delle spese di servizi di connettività a banda ultralarga da 30 Mbit/s ad oltre 1 Gbit/s, di durata pari a 18 o 24 mesi.

Per la misura, il Governo ha stanziato un fondo da circa 609 milioni di euro, di cui sarebbe disponibile ancora l’80% del totale.

L’erogazione del bonus in favore dei titolari di partita iva sarà disponibile fino ad esaurimento fondi e comunque non oltre il 15 dicembre 2022, anche se la misura potrebbe essere soggetta a proroghe.

Il bonus può essere riconosciuto una sola volta per ogni beneficiario, ma non può essere erogato in caso di cambio operatore tra servizi con prestazioni analoghe.

Bonus Internet esteso alle partite Iva

Dopo aver dedicato dei fondi alle famiglie, il bonus è stato esteso anche micro, piccole e medie imprese.

Con una modifica del decreto, il piano voucher ora prevede il sostegno alla domanda di connettività per le partite iva, ma anche per le piccole e medie imprese.

Attualmente il piano voucher per le imprese e i professionisti dispone ancora di risorse pari a circa 545 milioni di euro.  In totale sono previste quattro tipologie di voucher, che variano in base a parametri di prestazione (velocità massima in download e banda minima garantita) relativi all’offerta attivata.

Come fare domanda

Anzitutto è importante sottolineare, che per fare domanda e ottenere il Bonus internet veloce non c’è un limite Isee o di reddito.

Anche per le partite Iva la domanda dovrà essere presentata direttamente agli operatori di telecomunicazioni, che dovranno registrarsi al portale riservato al voucher, attivato da Infratel Italia.

Pubblicità

Pubblicità