All’interno della legge di conversione del Decreto Sostegni bis, si nasconde un nuovo bonus sotto forma di contributo per chi produce birra artigianale.

Con l’obiettivo di aiutare le piccole imprese, sono stati stanziati per la misura circa 10 milioni di euro, introdotti durante il processo di conversione in legge del Decreto Sostegni Bis.

Il fondo è nato dopo i dati riportati da Asso birra, in cui viene specificato come ci sia stato un calo di produzione del 31% nel 2020 ,portando alla chiusura molte attività, con una conseguente riduzione dell’occupazione nel settore.

Bonus birra artigianale, cos’è

In particolare, il contributo a fondo perduto ammonta a 0,23 centesimi per ciascun litro di birra prodotto e preso in carico nel registro annuale di magazzino nel 2020 o nel registro della birra condizionata. Numeri riportati sulla base dei dati segnalati nella dichiarazione riepilogativa, presentata ogni anno all’Agenzia delle Dogane e monopoli del territorio dai micro birrifici.

Il fondo messo a disposizione per le piccole imprese produttrici di birra, è nato dalla riduzione del Fondo per lo sviluppo ed il sostegno delle filiere agricole, della pesca e l’agricoltura.

I beneficiari

Come tutti i bonus, anche il bonus artigianale può essere richiesto dai birrifici con determinate caratteristiche. In particolare, per birra artigianale si intende la birra prodotta da birrifici indipendenti, e non sottoposta a processi di microfiltrazione e pastorizzazione.

Quindi, ai fini del bonus birra artigianale, per birrificio indipendente si intende:

  • Un birrificio che deve utilizzare impianti fisicamente distinti da quelli di qualsiasi altro birrificio;
  • Deve essere economicamente e legalmente indipendente da un altro birrificio;
  • Non deve operare sotto licenza di utilizzo dei diritti di proprietà immateriale di altri, la cui produzione annua non superi i 200 mila ettolitri, includendo le quantità di birra prodotto per conto terzi.

Come e quando presentare la domanda

Per la presentazione della domanda non sono ancora rese disponibili candidature o moduli specifici. Quindi sarà necessario aspettare un provvedimento ad hoc che introduca le modalità di accesso.